Il Registro Italiano Alfa Romeo aggiorna la Lista Chiusa: le novità del 2017

Ai modelli in elenco con almeno 20 anni di età o importante caratura collezionistica, è riconosciuto un interesse meritevole di tutela destinato a trasformarsi, con il tempo, in una vera e propria “importanza storica”

Il tempo avanza e l’universo delle auto da collezione si allarga continuamente a nuove “giovani” classiche che entrano di diritto nel novero dei veicoli meritevoli di essere tutelati come patrimonio culturale. Le nuove arrivate non sono ancora, per evidenti non raggiunti limiti di età, “di interesse storico” ma, per loro, il viale del tramonto diventa una nuova alba verso un futuro radioso come vetture storiche.

Alle nuove Alfa Romeo da salvaguardare ci pensa il RIAR, che ha pubblicato l’aggiornamento al 2017 della sua Lista chiusa. Come noto l’iniziativa, al di là del suo “valore morale”, permette (per alcune regioni d’Italia) una serie di vantaggi fiscali e assicurativi.

Lo abbiamo battezzato il sacro Graal dei nostri giovani appassionati di motori – spiega Stefano d’Amico, Presidente del RIAR – perché è qualcosa di importante:  ha consentito di recuperare e salvare molte vetture definite usate o vecchie dimenticando cosa si celi di storia e cultura dietro quel marchio esibito sui loro cofani. I loro proprietari, grazie proprio a questa iniziativa, hanno cominciato a rispettarle, a custodirle e usarle in modo diverso, più attento e dignitoso, consapevoli di avere comunque fra le mani una vettura diversa dalle altre, dal marchio glorioso ed universalmente amato”.

La Commissione Tecnica RIAR ha elaborato l’elenco tenendo conto di variabili quali il design, la tecnologia e i risultati agonistici.  La “Lista Chiusa” è limitata ai modelli con almeno 20 anni di età, mentre quelli definiti di interesse storico devono, come noto, aver superato i 30. Più precisamente, il RIAR stabilisce:

“Tutti i veicoli Alfa Romeo conservati o restaurati, prodotti fino al 31 dicembre 1996, sono iscrivibili ed omologabili (in questo secondo caso solo se perfettamente rispondenti alle loro specifiche di origine) e riconosciuti quindi di interesse storico e/o collezionistico. Sono inoltre iscrivibili ed omologabili (ed ancora anche in questo caso solo se perfettamente rispondenti alle loro specifiche di origine) i veicoli Alfa Romeo conservati o restaurati, prodotti dal 1° gennaio 1996, se rientranti nella lista.”

LISTA CHIUSA RIAR AGGIORNATA AL 2017

  • 33 (tutte le versioni)
  • 164 2.0 Twin Spark
  • 164 3.0i V6
  • 164 2.0i V6 Turb
  • 164 3.0i V6 24V Q4
  • 155 2.0i turbo 16V Q4
  • 155 2.0 i Turbo 16V GTA
  • 155 2.5i V6
  • GTV (tutte le versioni tipo 916)
  • Spider (tutte le versioni tipo 916)
  • 145 1.7 16V
  • 145 2.0 16V Twin Spark Quadrifoglio
  • 146 1.7 16V
  • 146 2.0i Twin Spark 16v ti
  • 145 Junior
  • 146 Junior
  • 156 2.5i V6 24V
  • 156 2.5i V6 24V Sportwagon
  • 156 GTA 3.2 V6 24V
  • 156 GTA 3.2 V6 24V Sportwagon
  • 156 1.9 JTD (solo esemplari prodotti fino al 31-12-1998)
  • 156 2.4 JTD (solo esemplari prodotti fino al 31-12-1998)
  • Crosswagon 1.9 JTD 16V Q4
  • 166 2.5 V6 24V
  • 166 3.0 V6 24V
  • 166 2.0i V6 TB Super
  • 166 3.2i V6 24V
  • 147 GTA
  • GT 3.2 V6 24 V
  • 8C Competizione
  • Mito R.I.A.R. (solo 17 esemplari numerati)
  • 8C Spider
  • Brera 3.2
  • Spider 3.2

Alvise-Marco Seno

Topic: ,

partecipa alla conversazione

Il Registro Italiano Alfa Romeo aggiorna la Lista Chiusa: le novità del 2017