Villa d’Este, tutti i premi

Dopo avere dato notizia della vettura che si è aggiudicata sabato la Coppa d’Oro del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2015 – la Ferrari 166 MM carrozzata da Touring del 1950 (solo 25 quelle prodotte) – torniamo oggi sullo stesso esemplare, che ha avuto come primo proprietario Gianni Agnelli, per segnalare la vittoria anche del Trofeo BMW Group Italia, assegnato nella giornata di domenica a Villa Erba.

In tarda serata di ieri, sempre a Villa Erba, è stata la volta del prestigioso premio “Best of Show”, andato a un’Alfa Romeo 8C 2300, straordinaria 8 cilindri progettata da Vittorio Jano, tre volte vincitrice a Le Mans e alla Targa Florio, due  alla Mille Miglia e una alla 24 Ore di Spa (anche Tazio Nuvolari la portò diverse volte al successo). L’esemplare in concorso, carrozzato spider da Zagato, fu consegnato nel maggio del 1932 a un acquirente di Genova, ma varcò l’oceano nel 1937 per giungere negli Stati Uniti dove rimase in possesso dello stesso proprietario dal 1952 al 2003, prima di passare nelle mani dell’attuale proprietario, il collezionista di Beverly Hills David Sydorick.

A suscitare l’entusiasmo dei “più piccoli”, conquistando il Trofeo BMW Group Ragazzi assegnato per referendum a Villa Erba dal pubblico degli under 16, è stata invece una Pegaso Cupula, vettura curiosa dalla carrozzeria decisamente fuori dagli schemi.

L’ultimo premio assegnato nei giardini di Villa Erba dalla giuria popolare degli ospiti presenti è stato il Design Award for Concept Cars & Prototypes, appannaggio dalla Bentley “EXP-10 Speed Six”.

Ecco il dettaglio dei premi classe per classe:

Stravaganza in movimento Mercedes-Benz 540 K Special Roadster, 1937
Antidepressive Alfa Romeo  8C 2300 Spider Zagato, 1932
Phantom Story Rolls-Royce Phantom III Drophead Coupé Vanvooren, 1937
Alta sartoria  Ferrari 250 GT Europa Berlinetta Vignale, 1954
Piloti gentlemen  Maserati A6G/2000 Berlinetta Zagato, 1956
Hollywood sul lago Lancia Aurelia B52 Spider Pinin Farina, 1953
L’arrivo dello sportivo Ferrari 365 GTS/4 Daytona Spider Scaglietti, 1972
Mai abbastanza veloci Lamborghini Miura SV Berlinetta Bertone, 1971
Due posti contro il cronometro Maserati 60/61 Birdcage Allegretti, 1959

Su Ruoteclassiche di giugno un ampio e riccamente illustrato reportage dell’evento.

 

 

partecipa alla conversazione

Villa d’Este, tutti i premi

1 DI 6