MI SON FATTO LA PORSCHE

È venduta anche in kit e qualsiasi meccanico sa montarla. Il motore Volkswagen si può recuperare a poco prezzo da un “Maggiolino” o da una “Golf”. Con 18.000 euro si ottiene così la copia (quasi) perfetta della “550” che, se fosse vera, costerebbe un patrimonio. A scelta, la si può avere già assemblata.

Sì, proprio 18.000 euro è il prezzo base del kit di montaggio della Porsche “550”, quella di James Dean, per intenderci. Mancano “dettagli” come motore, cambio, ruote e freni. Però, se avete una vettura “donatrice di organi” compatibile, il conto finale sarà più che ragionevole. Se invece non avete la possibilità o la voglia di cimentarvi nell’assemblaggio (affidandovi a un professionista), potete acquistare la vostra Chamonix già pronta all’uso, assemblata con il motore boxer Volkswagen da 60 CV nella versione di base, per salire al “2000” e “2300” derivati dalle unità dei pulmini VW e al “2 litri” della “Golf” raffreddato ad acqua. Montata, questa roadster parte da 28.000 euro. Si può inoltre averla personalizzata in diversi modi e pure equipaggiata con i carburatori e lo scarico libero per l’impiego in pista.

L’esemplare che proviamo è preparato in vista dell’utilizzo agonistico: ha circa 150 CV erogati da un motore “2300” a carburatori Weber e si esprime al meglio ad andatura sportiva. I freni sono all’altezza della situazione, grazie al peso contenuto in soli 580 kg (la vera Porsche ne pesava circa 550, da cui il suo nome). La “550 Spyder” sovrasterza facilmente, ma questo è un pregio, perché aumenta il divertimento alla guida. Nè neppure scomoda, sebbene sia piuttosto rigida e ancor più calda.

L’impianto elettrico prevede i canonici 12 Volt. Derivato dalla VW “Maggiolino” è lo schema delle sospensioni a barre di torsione anteriori e posteriori. Insolita la posizione della batteria, proprio sotto la gamba destra del passeggero. La Chamonix produce anche altri modelli di ispirazione Porsche: una “356 Speedster” e una “356 Super 90 Cabriolet”. Il fiore all’occhiello della Casa, comunque, rimane la “550 Spyder”, la più sportiva del gruppo, la più vistosa e anche la meno facile da procurarsi in versione originale, sia per l’estrema rarità, sia per il prezzo esorbitante.

partecipa alla conversazione

MI SON FATTO LA PORSCHE

1 DI 3