A Natale, un “Cinquino” dal cuore tenero

A+ A-

Il 60° anniversario della Fiat 500 non poteva chiudersi senza un Natale all’insegna del mitico “Cinquino”. Sono state davvero tante, infatti, le iniziative organizzate su e giù per lo Stivale dal  Fiat 500 Club Italia.

Il 17 dicembre  il Coordinamento di Agrigento ha fatto un salto dai bambini ricoverati presso il reparto di pediatria dell’ospedale della città per distribuire doni, dopo un raduno di coloratissime 500 davanti al palazzo antistante, con tanto di premiazione e consegna di targhe ricordo.

Il giorno prima  il Coordinamento di Milano aveva organizzato l’evento “in 500 al Besta” per portare dei regali con una 500 giardiniera d’epoca ai bambini ammalati ricoverati all’Istituto, insieme alle ragazze della squadra di rugby “Lady Lovers” e ai Vigili del fuoco.

I Vigili urbani e la Polizia locale avevano aperto la sfilata con una vecchia Alfa Romeo Arna di servizio, la Polizia di Stato con un’Alfa 75; correva accanto a loro un motociclista del reparto alpini.

Nascono a Caltagirone, vicino Catania, circa dieci anni fa, i primi allestimenti di presepi artistici all’interno delle 500; quella che sembrava una moda è diventata una tradizione, proseguita anche per il Natale 2017; la 500–presepe quest’anno è presente anche nella Media Valle del Tevere.

Si è illuminata infatti in Piazza dei Consoli a Deruta, ai piedi di un albero di Natale addobbato con piccole opere d’arte di ceramica derutese: da lì è partito un corteo di ben 150 veicoli.

Elisa Latella

partecipa alla conversazione

A Natale, un “Cinquino” dal cuore tenero

1 DI 0