Bertone: tutte le auto del museo che andranno all’asta

L’elenco completo delle 79 tra vetture e studi di design che dopo varie vicende legali saranno battute a partire dal 14 settembre. Si parte da un totale di poco più di un milione di euro. Tra loro Miura, Countach, Stratos…

A un anno dal fallimento Bertone va all’asta parte di quel che resta del patrimonio costruito in 103 anni prima da Giovanni Bertone e poi dal figlio Nuccio. Dal 14 al 28 settembre sarà infatti possibile acquistare le vetture e i prototipi appartenuti al Museo Bertone e, insieme o separatamente, anche il marchio Bertone stesso. Entrambi fanno parte del fallimento della Bertone 100, la società che deteneva sia le auto sia il marchio, mentre resta ancora aperta la vicenda della Stile Bertone, l’azienda dedicata alla realizzazione di prototipi di Caprie, che fa parte di un altro fallimento.

In pratica vengono ceduti i simboli più visibili della storia triste di un marchio che ha fatto la storia dello stile in Italia e nel mondo. In particolare, di 79 tra prototipi, auto da collezione, auto usate, maquette, biciclette e moto di proprietà del Museo Bertone di Caprie. Si partirà da una stima d’asta di 3.000.000 di euro per il marchio (più i diritti d’asta e l’Iva) e da una stima di 1.059.940 euro per l’intera collezione di auto (oltre alle commissioni). Collezione che, come si può vedere nella tabella qui sotto, comprende tra le altre una Lamborghini Miura, una Lancia Stratos, una Lamborghini Countach, una Alfa Romeo Giulia SS, una AR Giulia Sprint, una AR Montreal, una Lamborghini Espada, cinque Fiat X1/9, numerose utilitarie cabrio, oltre a prototipi importanti come la Aston Martin Jet2, la Ferrari Rainbow, la Bertone Nivola, la Chevrolet Ramarro, Jaguar B99 GT e molti altri.

In pratica, al prezzo di una Lamborghini Miura di oggi si acquistano 79 vetture, Miura compresa. Da non credere. Ma non è un errore. Per acquistare la Miura, o una qualsiasi delle 79 vetture del Museo Bertone si dovranno acquistare anche tutte le altre. Un vincolo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali emesso il 22 settembre 2011, impone che la vendita della collezione debba essere effettuata solo nella sua totalità. O tutte o niente insomma. Non solo, ma l’intera collezione non potrà successivamente essere dispersa rivendendo i pezzi singolarmente, e non potrà mai essere trasferita all’estero. Vincoli pesanti come si può intuire. Che limitano molto le possibilità di acquisto di eventuali collezionisti.

Ma non è tutto. Si tratta di vetture che necessitano quantomeno di un ripristino profondo, se non di un restauro completo, almeno della parte meccanica. Alcune anche della carrozzeria. Sono vetture ferme da anni nelle sale del Museo o negli scantinati di Caprie. Alcune sono state messe in moto ogni tre/sei mesi, ma a molte sono stati svuotati i serbatoi di benzina, olio e liquidi vari riducendo in chissà quali condizioni i serbatoi stessi e le parti meccaniche interessate, motori compresi.

Per non parlare della necessità, una volta acquistate, di ricoverarle in un capannone di almeno 1.000 metri quadrati, con i costi che questo comporta. Ecco spiegati quindi i valori di stima bassissimi indicati in tabella. Non si deve guardare perciò al singolo valore, ma al valore complessivo. Il totale stimato si ferma a 1.514.200 euro, ma lo stesso curatore fallimentare fa presente che dovendo essere venduta nella sua totalità il valore dell’intera collezione va decurtato del 30%, portando il valore di stima finale a 1.059.940 euro. Una quotazione tuttavia molto allettante, destinata a incrementarsi notevolmente in fase d’asta.

Chi potrà essere interessato a un simile acquisto? Sicuramente un collezionista dotato di grandi disponibilità di spesa, meglio se già proprietario di strutture murarie molto ampie, e sicuramente appassionato dello stile italiano. Chi acquista queste vetture si porta a casa un pezzo rilevante della storia del design nazionale. E una volta restaurate, potrà anche partecipare con ognuna di esse ai concorsi di eleganza internazionali e alle numerose gare storiche in Italia e all’estero. O, addirittura, riaprire un Museo Bertone in un’altra sede. Si parla già di due appassionati interessati all’acquisto, uno dei quali statunitense. Ma all’Istituto Vendite Giudiziarie del Tribunale di Milano sono ottimisti e pensano che al via dell’asta (un’asta telematica, on line) saranno molti di più i contendenti. Chi volesse partecipare all’asta troverà tutte le istruzioni del caso sul sito www.sivag.com già a partire da oggi.

Gilberto Milano

TUTTE LE AUTO ALL’ASTA

Marca, modello Anno Quotazione (€)
LAMBORGHINI Miura S* 1967 140.000
ASTON MARTIN Jet 2** 2004 130.000
BERTONE Birusa** 2003 110.000
JAGUAR B99 GT** 2011 100.000
LANCIA Stratos HF* 1975 100.000
CHEVROLET Nivola** 1990 80.000
CHEVROLET Ramarro** 1984 80.000
LAMBORGHINI Countach* 1987 55.000
JAGUAR B99 GT** 2011 50.000
FERRARI Rainbow** 1976 48.000
BERTONE Z.E.R. (Zero Emission Record)** 1994 40.000
BERTONE Karisma (Porsche) 1994 40.000
LAMBORGHINI Genesis** 1988 40.000
NSU Trapeze** 1973 40.000
BERTONE Runabout** 1969 32.000
BMW Pickster** 1998 32.000
CADILLAC Villa** 2005 30.000
JAGUAR Ascot Coupé** 1977 28.000
CITROEN Camargue** 1972 24.000
ALFA ROMEO Bella** 1999 22.000
SAAB 90** 2002 22.000
ALFA ROMEO Giulia SS* 1963 20.000
FERRARI 308 GT4* 1978 15.000
LANCIA Kayak** 1995 15.000
OPEL Filo** 2001 14.000
OPEL Slalom** 1996 14.000
ALFA ROMEO Giulia Sprint 1600* 1963 12.000
ALFA ROMEO Montreal* 1972 12.000
BERTONE Shake** 1970 12.000
CITROEN Zabrus** 1986 12.000
FIAT Dino Coupé* 1970 12.000
BERTONE Barchetta** 2007 10.000
LAMBORGHINI Espada* 1970 10.000
ALFA ROMEO 2600 Sprint* 1964 9.000
ALFA ROMEO GT Cabrio** 2005 9.000
BERTONE Bliz** 1992 9.000
BERTONE Suagnà** 2003 9.000
FIAT Punto Racer** 1994 9.000
MINI Cooper S 2006 9.000
VOLVO Tundra** 1979 9.000
BERTONE Z.E.R.* 1994 8.000
CHRYSLER FRANCE Shake** 1970 5.000
FIAT X1/9 Alcan ASV 1986 5.000
SUZUKI Go** 1972 5.000
VOLVO 780 Coupé* 1990 5.000
BERTONE Slim** 2000 4.800
BERTONE Bliz** 1992 4.000
FIAT 128** 1969 4.000
FIAT 850 Spider* 1968 3.200
FIAT X1/9* 1977 3.200
BERTONE Freeclimber 2** 1992 3.000
OPEL Astra cabrio* 2000 3.000
VOLVO 780 coupé* 1982 3.000
BERTONE X1/9* 1992 2.400
FIAT Punto Cabrio* 2000 2.400
FIAT Ritmo Cabrio* 1986 2.400
FIAT X1/9 allungata** 1981 2.400
FIAT X1/9 Spider** 1987 2.400
OPEL Astra* 2000 2.400
OPEL Astra Cabrio 20* 1992 2.400
OPEL Kadett Cabrio* 1983 2.400
ALFA ROMEO GT** 2004 2.000
BERTONE Freeclimber** 1990 2.000
BERTONE Village** 1974 2.000
FIAT Enduro** 1996 2.000
LOTUS Emotion** 1991 2.000
BERTONE Slim (telaio)** 2000 1.500
BERTONE Slim** (maquette) 2000 1.000
BERTONE Rush** 1992 1.000
BMW C1* 1999 1.000
FIAT Enduro Raid** 1996 1.000
FIAT/LANCIA X1-10 Anni ‘80 1.000
GM Carousel 2004 1.000
LANCIA Kayak maquette** 1995 1.000
SIMCA Coupé 1200 S* 1967 1.000
SKODA Favorit* 1987 1.000
CITROEN XM* 1990 850
OPEL Bici** 1999 500
TOTALE QUOTAZIONE   1.514.200
RICHIESTA FINALE (-30%)   1.059.940

*di serie
**prototipo

partecipa alla conversazione

Bertone: tutte le auto del museo che andranno all’asta