Bis di Canè-Galliani alla WinteRace

Sole, neve e panorama unico al mondo sono stati gli ingredienti vincenti della seconda “Winter” dell’anno: la WinteRace, gara di regolarità di 350 chilometri attraverso otto passi dolomitici, 60 prove cronometrate, quattro sfide a velocità media imposta, sei controlli orari e due a timbro. Quanto basta insomma per giustificare la definizione di “Race” invernale. A contendersi la gara 58 equipaggi suddivisi in sei raggruppamenti più 12 equipaggi iscritti alla Porsche WinteRace, riservata alle vetture di Zuffenhausen.

Otto i Top Driver iscritti, tra i quali il vincitore, Giuliano Canè, nome storico in questa specialità e ancora in grado di imporsi sui piloti della nuova generazione. Canè ha vinto in coppia con la consueta navigatrice, Lucia Galliani, a bordo di una Lancia Aprilia del 1938. Per Canè-Galliani è la seconda vittoria alla WinteRace, dopo quella del 2013. Dietro di loro, l’equipaggio Sisti-Gualandi su Lancia Aprilia del 1937 e terzi, a soli 9 penalità, l’equipaggio Piona- Battagliola su Austin Healey 100 BN1 del 1955.

Tra gli  “Under 40” la vittoria è andata ai giovani Gaggioli-Pierini su Lancia Fulvia Coupé del 1975, che si confermano i più “regolari” tra i junior, mentre tra i team della seconda Porsche WinteRace si confermano primi Cicotti-Prata su Porsche 911 SC del 1978. Primi tra gli stranieri gli svizzeri Burri-Rogger su Fiat 850 Coupé del 1971. Primo equipaggio femminile Fanti-Serri su Alfa Romeo Giulietta Sprint del 1963.

Con la loro vittoria Canè-Galliani si sono portati a casa anche il lingotto d’oro di 100 grammi dal valore di 3500 euro messo in palio dal Main Sponsor BSI (private bank svizzera appartenente al Gruppo EFG International) mentre ai vincitori “Under 40”, Gaggioli-Pierini, è andato il cronografo “Competizione Stradale” messo in palio brand svizzero di Alta Orologeria Girard-Perregaux.

All’equipaggio primo Classificato della seconda Porsche WinteRace è andato invece il modellino da collezione “Porsche 919 Hybrid”, vettura ha vinto La 24 ore di Le Mans nel 2015, prodotto in edizione limitata e in scala 1:18. Premio messo in palio dal Centro Porsche Padova. Prima tra le scuderie classificate  quella del Classic Team Eberhard.

partecipa alla conversazione

Bis di Canè-Galliani alla WinteRace

1 DI 3