Chantilly Arts & Elegance 2017: Best of Show alla Bugatti Atlantic e alla Ferrari 250 Testa Rossa

La quarta edizione del Concorso d’Eleganza va in archivio con il 20% di pubblico in più rispetto al 2016 e quasi cento auto storiche in gara. Best of Show, considerando Anteguerra e Postguerra, a due capolavori: la Bugatti Atlantic del 1936 e la Ferrari 250 Testa Rossa del ’58. Quasi 30 le Ferrari presenti per festeggiare 70 anni dell’azienda di Maranello.

Chantilly Arts & Elegance 2017 ha galvanizzato la passione per le storiche di fine estate, portando nel parco del Castello di Chantilly in un solo giorno 16.300 spettatori, in netta crescita sul 2016. La presenza delle più preziose auto d’epoca del mondo, provenienti dai quattro angoli del pianeta, reca adeguata testimonianza del livello dell’evento.

Hanno complessivamente partecipato al Concorso d’Eleganza 95 automobili classiche di tutte le epoche e di tutte le “estrazioni”, dalle auto elettriche ai bolidi da corsa, suddivisi in classi di appartenenza. A cornice dell’evento, perfettamente inserite nelle “operazioni” del Concorso stesso, l’organizzazione ha reso omaggio ai 70 anni della Ferrari con una celebrazione del mito di Maranello alla 24 Ore di Le Mans. Sono così intervenute ventotto vetture in rappresentanza di tante epoche ed edizioni della corsa francese, dagli Anni 50 ai primi Anni 80.

Tra le vetture premiate, Chantilly Arts & Elegance ha assegnato il Best of Show – la sua personale Legion d’onore – a due vetture straordinarie: per la categoria delle Anteguerra il premio è andato alla Bugatti Type 57 SC Atlantic del 1936 (il telaio 57374, appartenente a Robson Walton e Peter Mullin); per le Post guerra ha vinto la Ferrari 250 Testa Rossa del 1958, nella fattispecie l’esemplare con telaio 0728TR che ha vinto la 24 Ore di Le Mans di quell’anno.

Come parte integrante dello show nel grande parco del Castello di Chantilly, la presenza di altre 800 automobili in rappresentanza di 42 club e sodalizi che si sono dati appuntamento in questa occasione. Alla fine il Grand Prix des Clubs è andato al Fiat Fan Club per la qualità complessiva delle vetture presentate.

TUTTI I PREMI ASSEGNATI
Best of Show Concours d’Elegance

Renault Trezor & Balmain
Citroën CXPERIENCE & Yang Li

Best of Show Concours d’Etat
Pre-war: Bugatti 57 S Atlantic (1936)
Post-war: Ferrari TR 58 (1958)

Uno straordinario carrozziere francese: Pourtout
I° Premio: Delage D8-120 S Coach Sport (1939)
Premio Speciale: Remi Danvignes CD4 Roadster (1938)

Le auto dei grandi musicisti
I° Premio: Porsche 911 3.0L RS (ex Herbert von Karajan)(1974)
Premio Speciale: Iso Griffo A3C (ex Johnny Hallyday)(1965)

The Woodies
I° Premio: Peugeot 202 ‘‘boulangère’’ (1949)

Un secolo di auto elettriche
I° Premio: Detroit Electric Model D Brougham(1910)

Macchine sportive e da corsa con trasmissione a catena
I° Premio: Gladiator Grand Prize (1904)
Premio Speciale: Panhard Grand Prize (1908)

Alfa Romeo anteguerra con carrozzeria speciale
I° Premio: Alfa Romeo Alfa Romeo 6C 1750 Grand Sport Spider Zagato MM (1929)
Premio Speciale: Alfa Romeo 8C 2300 MM Torpedo/Cabriolet Brandone (1933)

Alfa Romeo postguerra con carrozzeria speciale
I° Premio: Alfa Romeo 3000 CM “Superflow IV” Pinin Farina (1960)
Premio Speciale: Alfa Romeo 1900 Super Sprint Zagato (1955)

Etceterini” con carrozzeria aperta
I° Premio: Siata 500 Record (1946)
Premio Speciale: Osca Maserati S-498 (1959)

Berlinette “Etceterini”
I° Premio: Aguzzoli Condor (1964)
Premio Speciale: Osca MT4 LM (1952)

“Petites et Grandes”
I° Premio: Bugatti Type 52 Baby (1926) & Bugatti Type 35 (1926)

Le Bugatti 57 S
I° Premio: Bugatti 57 S Atlantic (1936)
I° Premio Speciale: Bugatti 57 SC Atalante (1937)
II° Premio Speciale: Bugatti 57 S Gangloff Coupé (1937)

Le Ferrari della 24 Ore di Le Mans: GT e derivate
I° Premio: Ferrari 512 BBLM (1980)(châssis #32129)
Premio Speciale: Ferrari F40 (1992)(châssis #ZFFGJ34B000074045)

Le Ferrari della 24 Ore di Le Mans: prototipi con carrozzeria aperta
I° Premio: Ferrari TR58 (1958)(châssis #0728)
Premio Speciale: Ferrari Dino 166 SP (1965)(châssis #0834)

Le Ferrari della 24 Ore di Le Mans: prototipi con carrozzeria chiusa
I° Premio: Ferrari 250 LM (1964)(châssis #5891)
Premio Speciale: Ferrari 512 S (1970)(châssis #1016)

Le Ferrari della 24 Ore di Le Mans: le Daytona Gr.4
I° Premio: Ferrari 365 GTB/4 Daytona Gr IV (1972)(chassis #12467)
I° Premio Speciale: Ferrari 365 GTB/4 Daytona Gr IV (1972)(châssis #15681)
II° Premio Speciale: Ferrari 365 GTB/4 Daytona Gr IV (1970)(châssis #15373)

Le Ferrari della 24 Ore di Le Mans: le 250
I° Premio: Ferrari 250 GTO “62” (1962)(châssis #4293GT)
I° Premio Speciale: Ferrari 250 GT Sperimentale (1961)(châssis #2643GT)
II° Premio Speciale: Ferrari 250 GTO “64” (1964)(châssis #5575GT)

Premio del Pubblico: Lexus LFA

Alvise-Marco Seno

partecipa alla conversazione

Chantilly Arts & Elegance 2017: Best of Show alla Bugatti Atlantic e alla Ferrari 250 Testa Rossa