[Eventi] Automoto Collection, Porsche e Ritmo sugli scudi

Unica rassegna motoristica annuale con una significativa presenza di auto storiche tenuta al Parco Esposizioni di Novegro, a due passi da Milano, Automoto Collection quest’anno ha festeggiato degnamente i 70 anni della Porsche e i 40 della Fiat Ritmo, assieme ai 70 anni della Piaggio Ape. Entrati nell’ampio padiglione centrale, il colpo d’occhio è da togliere il fiato: in rappresentanza del marchio di Zuffenhausen erano infatti presenti, in varie serie e versioni, praticamente tutti i modelli Porsche, con impeccabili esemplari esposti dai registri storici 356, 911 e 912, 914, 924, 928, 944 e 968, ma anche da diversi restauratori.

La nascita della Fiat Ritmo è stata invece festeggiata dal Fiat Ritmo Club Italia, che esponeva una 130 TC e due ormai rare Cabrio, prima e seconda serie. La storia dell’Ape, poi, è stata ripercorsa attraverso un’esposizione dei principali modelli storici succedutisi dal 1948 al 1977, introdotti da un triciclo da lattaio, simpaticamente etichettato “Prima dell’Ape”. Nutrita la presenza di altri club, di marca e non, come il milanese Cmae, con una bella mostra di Alfa Romeo Spider, il Classic Club Italia, che, tra l’altro, esponeva una barchetta Mandarina a suo tempo costruita in soli tre esemplari, l’NSU Club Italia che, eccezionalmente, esponeva anche una completa rassegna di moto, il Tatra TFI Delegazione Italiana, il Bianchina Club Italia, il Club Italiano delle Clio Williams 1.8 16V RS, il Duna Club Italia, il 4 Assi Più, dedicato ai camion, e diversi altri.

Molte le vetture in vendita, quasi tutte con l’indicazione dei prezzi, alcuni dei quali francamente alti. Tra le più interessanti e insolite, una Fiat 127 Moretti a 9000 euro, una DKW F8 del 1938, con carrozzeria in legno e pegamoide, a 16.500 euro, una Fiat 1300 del 1964, a 6900 euro e una Leyland Moke Australian del 1980 a 16.800 euro. Ma non mancavano degli autentici “bidoni”, come una Peugeot 304 Cabriolet di provenienza britannica (con guida a destra), personalizzata con dubbio gusto e, per giunta, con il pianale imbarcato e un’improbabile BMW 318 Cabrio Baur del 1983 con paraurti del restyling 1987 e una livrea giallo zabaione.

Magnifica infine l’esposizione sul prato esterno delle vetture dei soci Cmae: Lancia Aurelia B20 e B24, Ford Mustang, Lotus Elan Triumph TR 5 e molte, molte altre.

Maurizio Schifano

 

partecipa alla conversazione

[Eventi] Automoto Collection, Porsche e Ritmo sugli scudi