[Garage band] Seduzione all’italiana

A+ A-

Vedute ischitane, colori artificiosi da Super 8 anni Settanta: tre incantevoli ragazze che salutano la giornata di vacanze italiane su un’Alfa Romeo Giulietta Spider bianca. Obiettivo: irretire l’ormone di qualsiasi maschio a portata di sorriso. La prima vittima è un neo sposo che sta per partire in viaggio di nozze con la moglie su una Ferrari 365 GTB/4 Daytona Berlinetta plexi, come farebbe una coppia italiana ordinaria. È solo l’inizio di una lunga serie che miete un giovane pretino con il chierichetto (perché vanno a messa, come tutti) e tre guaglioni che le portano al mare sulle loro Vespe 50 Special e sidecar. Finiranno per rotolarsi nella terra come cinghiali pur di conquistare l’ambito trofeo teutonico, ma la morale è sempre quella: vedere e non toccare. Come in Formula 1, l’italiano sarà pure capace di un bel giro di pista, ma alla fine il campionato lo vince un tedesco.

Strappa un sorriso di compatimento il clip di “Isch liebe disch” delle Tic Tac Toe, la girl band di maggior successo del kraut pop. Ci prende in giro fin dal titolo, la tipica pronuncia italiana dell’espressione “ti amo”. Perché ci amano, ma non ci stimano i tedeschi. E continuano a vederci come delle simpatiche creature capaci di forte carica seduttiva e senso del dolce vivere. In Germania “Isch liebe disch” fu il tormentone dell’estate 2000, prima che il casto trio di ragazze si sciogliesse per una serie di scandali fra droga e prostituzione. Stranamente, le parole chiave del testo sono in francese. Allora non potevano ambientarlo in Costa Azzurra e lasciarci vivere tranquilli?

Paolo Sormani

partecipa alla conversazione

[Garage band] Seduzione all’italiana

1 DI 0