“Icone” all’asta il 6 dicembre nella Grande Mela

A+ A-

Il 6 dicembre l’asta organizzata dalla celebre Casa  RM Sotheby’s proporrà ai collezionisti un elenco di classiche “iconiche” accuratamente selezionate. Ecco le più interessanti.

Non sarà un’asta di auto d’epoca qualsiasi. L’evento, non a caso, si chiama “Icons” e si terrà a Manhattan, sede principale della prestigiosa Casa d’aste americana. Basta sfogliare il catalogo dei lotti in vendita per capire subito che si tratta di vetture che meriteranno la massima attenzione da parte dei collezionisti.

Segnaliamo in particolare una Mercedes-Benz 300 SL Roadster del 1958 completamente matching number, offerta senza prezzo di riserva (stima d’asta 1.250.000 – 1.500.000 dollari; qui, un modello analogo aggiudicato nel 2015).

Decisamente interessante anche una Ferrari 250 GT Cabriolet di Pininfarina del 1961 molto particolare: centocinquantesimo esemplare dei 200 allestiti dal carrozziere torinese, ha percorso soltanto 965 chilometri dalla fine del restauro. La stima d’asta è di 1.500.000 – 1.800.000 dollari.

Impossibile, poi, non segnalare una delle circa 30 Aston Martin DB5 Convertible del 1965 con guida a sinistra. L’auto, vincitrice di classe al Concorso di Eleganza di Pebble Beach nel 2009, ha una stima d’asta di 2.450.000 – 2.650.000 dollari.

Infine, andrà all’asta anche una fiammante BMW Z8 appartenuta a Steve Jobs: il celebre fondatore della Apple, attento anche al design automobilistico, l’ha guidata per tre anni (dal 2000 al 2003). La valutazione della vettura, in perfetto stato di conservazione, è di 305 – 405.000 dollari.

Alberto Amedeo Isidoro

 

 

partecipa alla conversazione

“Icone” all’asta il 6 dicembre nella Grande Mela

1 DI 0