Mille Miglia: le novità dell’edizione 2018

La 1000 Miglia 2018 prenderà il via un giorno prima del solito (e si concluderà un giorno prima). Mantenendo immutata la formula del percorso Brescia – Roma – Brescia, oltreché alcune tappe fondamentali (come il passaggio per la Repubblica di San Marino o la storica Piazza del Campo di Siena) il tracciato della Freccia Rossa sarà molto diverso dal solito. E si torna in pista a Monza.

È stata presentata l’edizione 2018 della Mille Miglia. La “Corsa più bella del Mondo” si riproporrà lungo 1600 chilometri attraverso il Bel Paese, arrivo nella Capitale e dietro front per fare ritorno a Brescia. In totale saranno quattro giorni di grande impegno ma anche di suggestioni e divertimento per quasi 450 macchine costruite tra il 1927 e il 1957.

L’obbiettivo iniziale dell’evento sarà di coinvolgere partecipanti e appassionati per una settimana intera, anticipando la partenza di un giorno e consentendo, con la conseguente anticipazione dell’arrivo e con la premiazione del vincitore sul palco di Piazza della Loggia, la creazione di una vera e propria “notte della Mille Miglia”.

LE NOVITÀ DEL 2018
La corsa, rompendo una lunga tradizione, partirà un giorno prima rispetto alla consuetudine. La vettura numero 1, tradizionalmente una OM, lascerà la pedana di Viale Venezia a Brescia nella giornata di mercoledì 16 maggio. La carovana delle vetture farà ritorno qui sabato 19 maggio. Come avviene dal 2016, sono previste quattro tappe:

1. Brescia – Cervia / Milano Marittima. Passaggi: Desenzano, Sirmione, Parco Sigurtà di Valeggio Sul Mincio, Mantova, Ferrara e Comacchio.
2. Cervia / Milano Marittima – Roma. Passaggi: Pesaro, Repubblica di San Marino, Arezzo, Cortona, Orvieto.
3. Roma – Parma. Passaggi: lago di Vico, Viterbo, Bolsena, San Quirico d’Orcia, Siena, Lucca, Sarzana, Passo della Cisa (solo nell’edizione del ’49 la corsa passò per questo valico)
4. Parma – Brescia. Passaggi: Fidenza, Piacenza, Lodi, Autodromo di Monza, Bergamo.

ISCRIZIONI
Saranno ammesse all’edizione 2018 (selezionate da un’apposita commissione) un massimo di 440 vetture, regolarmente in possesso di almeno uno dei seguenti certificati: Fiche ACI-CSAI (Commissione Sportiva Automobilistica Italiana), Htp FIA (Historic technical passport rilasciato dalla Fédération Internationale de l’Automobile) o ID FIVA (Identity Card della Fédération Internationale des Véhicules Anciens).

Le iscrizioni per la Mille Miglia 2018 si apriranno il prossimo 24 ottobre (chiuderanno alle ore 23:59 del 4 gennaio 2018). L’organizzazione fa sapere che non sono previste novità del regolamento (“Possono essere iscritte le vetture delle quali almeno un esemplare sia stato iscritto alla Mille Miglia di velocità (1927-1957), in uno dei modelli presenti nell’elenco delle vetture candidabili, pubblicato sul sito“). Anche i coefficienti per calcolare il punteggio delle vetture nelle varie prove rimarrà invariato.

Alvise-Marco Seno

partecipa alla conversazione

Mille Miglia: le novità dell’edizione 2018