Rétromobile, le 10 chicche da non perdere

Rétromobile, il Salone dell’auto d’epoca parigino, si svolgerà come di consueto presso il Parco Esposizioni di Porte de Versailles dal 7 all’11 febbraio. Cento club, 500 auto esposte, 65.000 metri quadrati da visitare. Ecco dieci appuntamenti da non perdere (rigorosamente in ordine alfabetico).

1 – ABARTH – La saga dello Scorpione viene illustrata attraverso l’incredibile collezione dello svizzero Engelbert Möll: tra le altre, saranno esposte le Fiat-Abarth 1000 TCR Radiale del 1968, 2000 Sport SE010 del 1968, 2000 Monoposto del 1966 e 750 Bialbero Record Monza del 1959.

2 – ARTCURIAL – La Casa d’aste proporrà come di consueto una vendita all’incanto di altissimo livello che si terrà il 9 febbraio. Pezzo forte sarà la Ferrari 275P che vinse con Guichet-Vaccarella la 24 Ore di Le Mans del 1964 (ottava e ultima per la Casa di Maranello) della collezione Bardinon.

3 – CITROËN  – Due modelli festeggiano altrettanti importanti anniversari: 70 anni la 2CV, presentata al Salone di Parigi del 1948, e 50 anni la Mehari. L’utilitaria tuttofare con carrozzeria in ABS basata sulla meccanica della Dyane venne infatti lanciata al Golf di Deauville nel maggio del 1968.

4 – HONDA – Sohiro Honda fonda il 24 settembre del 1948, quindi quasi settant’anni fa, l’azienda che porta il suo nome. In dieci anni la Honda Motor Company diventa il primo produttore al mondo di motociclette. La produzione di automobili viene invece avviata all’inizio degli anni Sessanta.

5 – MONTHLÉRY – Nel passaggio tra i padiglioni 1 e 2 si potrà fare un viaggio ideale attraverso le corse automobilistiche grazie alla rassegna di una ventina tra vetture e moto che hanno corso al celebre autodromo di Linas-Monthléry, aperto nel 1924, tra cui spicca la Voisin da record del 1927.

6 – PEUGEOT – Nel 2018 la marca di Sochaux celebra due dei suoi grandi successi: la messa in vendita al pubblico della 203 nel 1948, simbolo del rinnovamento della Casa nel dopoguerra, e l’introduzione della 504 nel 1968, la berlina firmata da Pininfarina che sarà eletta vettura dell’anno nel 1969.

7 – POPOLARI – Nel padiglione 3 privati e commercianti proporranno esclusivamente vetture storiche con almeno trent’anni e un prezzo massimo di 25.000 euro, tra cui la 2CV Charleston, la Peugeot 205 GTI, la Renault Dauphine, la Matra Bagheera, l’Alfa Romeo Alfetta GT, la Jaguar XJ e la MG B GT.

8 – PORSCHE – La Casa di Zuffenhausen ricorda il settantesimo anno dalla messa in produzione della 356: risale infatti al 1948 la commercializzazione del primo modello della coupé progettata da Ferry Porsche. Da allora sono state prodotte tre milioni di vetture e conseguite 23.000 vittorie in gara.

9 – RENAULT – 120 anni fa Louis Renault dà il via a una delle fabbriche di automobili più antiche. A Retromobile saranno esposte una ventina di vetture, tra cui il primo modello realizzato, la Type A del 1898, una 4CV del 1947, una R8 Gordini del 1964, una Espace del 1984 e una Twingo del 1992.

10 – JEAN PIERRE WIMILLE – Il grande pilota francese sarà ricordato con una mostra sulla sua carriera attraverso sei modelli storici. Wimille iniziò nel 1930 con la Bugatti, marca che lo porterà nel 1937 a vincere la 24 Ore di Le Mans con la Tank 57G. Morirà nel 1949 al circuito di Palermo.

Alfredo Albertini

partecipa alla conversazione

Rétromobile, le 10 chicche da non perdere

1 DI 5