Se “Il tubo non tradisce mai”…

A+ A-

La mostra “Gilco, il design della leggerezza”, dedicata al designer Gilberto Colombo e organizzata dalla Triennale di Milano, rimarrà aperta fino al 10 dicembre al Palazzo dell’Arte, in viale Emilio Alemagna 6. 

La storia professionale di Gilberto Colombo comincia settant’anni fa con la Gilco. Nel 1947 il reparto di Applicazioni Automobilistiche GC si trasforma nella Gilco Autotelai: nasce subito un rapporto speciale con Enzo Ferrari, che porterà il progettista milanese alla realizzazione di nuovi, leggerissimi e innovativi telai per auto.

Sin dalla nascita la Gilco svilupperà idee inedite, capaci di rivoluzionare diversi concetti legati alla progettazione delle auto da competizione. Studi rivoluzionari che, uniti a un raffinato design, daranno un impulso decisivo allo sviluppo dei modelli delle più prestigiose Case automobilistiche italiane tra cui Ferrari, Maserati, Alfa Romeo, Lancia e Zagato. Colombo metterà la firma anche su imbarcazioni (su tutte quelle vincenti dei campionati mondiali della classe Star) e biciclette di vario genere.

Oggi Gilco, pur rimanendo saldamente legata alla sua importante tradizione, è proiettata al futuro del design della produzione industriale. I fiori all’occhiello del marchio sono il preziosissimo archivio storico (dove sono conservati tutti i disegni originali di Colombo) e la Trafiltubi, azienda creata per produrre  tubi ad alte prestazioni meccaniche (destinati a reggere strutture estreme) con le più avanzate tecnologie. Non a caso, il motto di Gilberto era proprio “Il tubo non tradisce mai”…

Negli anni 2000 Gilco ha battuto con sapienza la strada tracciata dal suo geniale fondatore, brevettando un tubo inossidabile dalle caratteristiche inedite (vincitore dell’International Forum Design Award nel 2009) e promuovendo nuovi progetti, tra cui leggerissimi arredi dal gusto “racing” (realizzati in tubolari da competizione) e telai per bici.

Anche di questi la mostra farà menzione, dando ai visitatori una visione davvero ampia dell’opera di Gilberto Colombo.

La mostra, iniziata il 15 novembre, rimarrà aperta dal martedì alla domenica fino al 10 dicembre. L’ingresso, a partire dalle 10,30, è gratuito.

partecipa alla conversazione

Se “Il tubo non tradisce mai”…

1 DI 0