Terre di Canossa 2017: partita la settima edizione

A+ A-

Ha preso il via questa mattina la settima edizione della manifestazione di regolarità che si snoda tra l’Emilia, la Liguria e la Toscana attraversando città d’arte, borghi medioevali e paesaggi che appartengono all’Italia più bella. Il tutto condito con un percorso enogastronomico rispettoso della tradizione delle località attraversate, con soste e serate in location esclusive.

La pioggia di richieste pervenute all’organizzazione ha costretto la direzione di gara ad allargare la partecipazione a 111 equipaggi anziché i soliti 100. Saranno così 14 le nazioni rappresentate, 27 le case automobilistiche.  Trenta le scuderie presenti, la Bergamo Corse è la più numerosa, con 14 equipaggi al via, seguita dal team Loro Piana Classic (8 equipaggi) e dal team internazionale Amici Senza Frontiere (7 equipaggi). In totale, 45 auto italiane, 42 inglesi, 22 tedesche, una francese e una americana.  

Alle 111 auto storiche presenti si sono aggiunte anche sette Ferrari moderne in omaggio ai 70 anni del marchio di Maranello, tra le quali una “488 Spider 70esimo”, unico esemplare di una delle 70 livree speciali realizzate dalla Casa. L’auto più vecchia in gara è invece una Bentley del 1923.

La gara si svolge su un percorso di circa 650 km e prevede 89 prove a cronometro più una prova di media con rilevamenti segreti. Dopo il via da Parma e le prove a cronometro all’Autodromo di Varano de’ Melegari, e dopo aver toccato Borgotaro, “capitale” del fungo porcino e, attraversato il Passo di Cento Croci, dopo essere giunti al Golfo della Spezia, toccato Portovenere, costeggiato il Golfo dei Poeti, il Castello di Lerici, le prove a Montemarcello e Punta Bianca, in serata la colonna dei partecipanti arriverà a Bocca di Magra.

Il percorso del sabato sarà dedicato invece alla Toscana. Prima il passaggio nel centro di Pisa, quindi la sfilata sulle antiche mura di Lucca, il pranzo nello storico chiostro del Real Collegio, l’arrivo di tappa al Duomo di Pietrasanta, si chiuderà la giornata a Forte dei Marmi, con il Beach Party con musica dal vivo sulla spiaggia del Bambaissa.

Domenica 23 il ritorno in Emilia, attraverso le strade delle Alpi Apuane, i tornanti del Passo di Pradarena, per giungere al Castello di Carpineti, una delle principali roccaforti dei territori della Gran Contessa Matilde di Canossa. Quindi ripartenza verso Reggio Emilia dove, sui Ponti di Calatrava, i partecipanti si sfideranno per il Trofeo Tricolore. L’arrivo è previsto a partire dalle 15.00 in Piazza della Vittoria a Reggio Emilia.

partecipa alla conversazione

Terre di Canossa 2017: partita la settima edizione

1 DI 0