Attività
21 April 2021 | di Paolo Sormani

Poltu Quatu Classic 2021

Un concentrato di dolce vita nello splendore della Costa Smeralda, una selezione di auto assolutamente in tono, ospiti di prestigio: non c’è un concorso d’eleganza con l’atmosfera vacanziera del Poltu Quatu Classic, che si candida a miglior evento dell’anno.

L’edizione del 2020 è stata un piccolo miracolo, un’oasi di benessere per #makelavitadolceagain, riportare un po’ di dolce vita in un anno tutt’altro che piacevole, secondo l’hashtag del Poltu Quatu Classic. Al termine, l’organizzatore Simone Bertolero di Auto Classic aveva anticipato che i programmi per il 2021 sarebbero stati ambiziosi, in una visione chiara come il mare della Costa Smeralda: “Stiamo già lavorando con un progetto ambizioso che coinvolgerà tutta la Costa Smeralda, sul modello americano della Monterey Car Week. Poltu Quatu Classic diventerà l’atto finale di una serie di eventi dedicati al motorismo nella meravigliosa cornice della Sardegna più glamour, come lo è in America il Concorso di Pebble Beach. La nostra classic week sarà un concentrato puro di bellezza e noi tutti crediamo che la bellezza salverà il mondo”. In queste frasi si esprime tutto il potenziale di un concorso d’eleganza che non ha eguali in Europa. Per i luoghi incantevoli che gli fanno da quinte. Per l’atmosfera di leggerezza ed effervescenza vacanziera del luglio mediterraneo. E, tutt’altro che secondario, l’intenso sforzo organizzativo e la selezione di auto invitate.

Beata leggerezza, qualità di peso. Sono questi i punti di forza della candidatura della kermesse smeraldina. Il suo bello è che ci si potrebbe venire semplicemente per un weekend di sole e di mare – e che mare! Almeno così sembrerebbe leggendo il programma, con eventi stile “aperitivo in piazzetta a San Pantaleo”, o “Vip party al Grand Hotel Poltu Quatu”. Una situazione eccellente per estrarre dal garage la Fiat 500 Spiaggina con i sedili in vimini, il tender da mare preferito dall’Avvocato Gianni Agnelli, dall’armatore greco Aristotele Onassis. E, a ruota, dal “jet set” internazionale negli anni Sessanta. Ecco perché sono proprio le spiaggine a diventare le protagoniste dell’aperitivo a Porto Cervo. E sempre a proposito di spiagge, una tappa fissa del Poltu Quatu Classic è la mitica Vesper di Capriccioli, resa celebre dal film “007 - La spia che mi amava”. Proprio lì fu girata la scena in cui James Bond/Roger Moore emerge con la sua auto dall’acqua cristallina in compagnia di Barbara Bach, una delle donne più desiderate di quegli anni.

Modelle e supermodel. Fra le bellezze di Poltu Quatu, quest’anno è annunciata anche Yasmin Le Bon, top model inglese e moglie di Simon. Cantante dei Duran Duran, ma anche malato di macchine e presenza frequente ai concorsi d’eleganza. A guardare bene, neppure le vetture in concorso non scherzano quanto a qualità e storicità. Tanto per restare al top, la Best of Show del 2020 è stata la Porsche 917 LH “coda lunga”, con la sua fantastica livrea psichedelica in verde e viola. Numero di telaio 043, terminò la 24 Ore di Le Mans del 1970 da seconda assoluta, con Willi Kauhsen e Gérard Larrousse. E proprio lui l’ha guidata attraverso la piazzetta di Poltu Quatu, per ricevere l’ambìto premio disputato a una nutrita serie di concorrenti di prestigio, fra auto da competizione, supercar e youngtimer. Insomma, oltre all’abbronzante e agli occhiali da sole, non dimenticate di infilare quelli da vista nel borsone: qui si viene a rifarsi gli occhi e farsi una cultura. E le auto non si limitano a prendere il sole: oltre al tour attraverso i borghi storici della costa Smeralda, tra le novità inserite in calendario c’è la classica gara di accelerazione sulla pista dell’Aeroporto Vena Fiorita di Olbia. Da non perdere anche la “Off Shore Experience” in alto mare, con la partecipazione del 5 volte campione del mondo di motonautica Aaron Ciantar, che porterà in Sardegna un fuoribordo speciale direttamente da Malta.

Gli ospiti sono un altro motivo d’interesse per ogni appassionato di auto classiche e vivono il Poltu Quatu Classic con la stessa elegante informalità. Non è improbabile scoprire che all’aperitivo in piazzetta, il vicino di tavolino è Giorgetto Giugiaro. Nel 2020 il “designer del secolo” ha svelato personalmente la Bandini Dora EV. La giuria del Concorso è presieduta da Paolo Tumminelli, lo storico dell’automobile che negli anni ha creato e affinato un sistema di valutazione che ha attirato l’attenzione dei più blasonati Concorsi d’Eleganza mondiali. Con lui ci saranno Fabrizio Giugiaro, che celebrerà 30 anni di carriera portando in Costa Smeralda il suo primo prototipo, la BMW Nazca del 1991; Luciano Bertolero, fondatore di Auto Classic e grande esperto Ferrari, e Alberto Scuro, presidente dell’ASI. L’organizzazione del Concorso d’eleganza è una partnership tra Auto Classic e Between Comunicazione, in collaborazione con il Grand Hotel Poltu Quatu e Bcool City Magazine. Le credenziali per candidarsi a miglior evento del Best In Classic sono validissime.

Best in Classic
Condividi
COMMENTI