Regolarità
26 giugno 2019 | di Laura Ferriccioli

Circuito di Avezzano, 205 chilometri in alta quota

Torna questo weekend l'avventura del Circuito di Avezzano. Al via cento equipaggi in una tre giorni fra le montagne d'Abruzzo

Sarà l'edizione numero sette, riservata come sempre a cento vetture certificate Asi o con carta d’identità FIVA. Quali? Solo sportive anteguerra, barchetta e roadster costruite fino al 1969. Ed è proprio questo uno dei maggiori tratti distintivi dell'evento turistico-culturale abruzzese, che si articolerà in tre giornate (28-30 giugno). Road-book alla mano, lungo i 205 km del percorso sono previste anche prove di abilità cronometrate.

Atmosfera internazionale. Numerosi gli equipaggi dal Giappone e dagli Stati Uniti, con il ritorno del grande pilota Maurizio Micangeli su OSCA MT4 Sport del 1954 e della coppia Reynolds Reynolds su Siata 508 S Sport del 1933. Nell'anno del centenario Bentley, ci saranno anche due esemplari anteguerra della marca, in arrivo dall’Inghilterra. Non mancherà anche la Cisitalia 202 Spider Nuvolari del Museo Nazionale dell'Automobile di Torino, che ha già preso parte lo scorso maggio alla Mille Miglia.

Motori e cultura. Venerdì i partecipanti partiranno alla volta di Pescina per la visita al museo di Ignazio Silone, poi li attenderà un concerto in teatro e una visita al centro storico di Avezzano. A chiusura della giornata, si svolgerà la cena di gala. Sabato, la partenza è in programma per le 9,30 dal palazzo dei principi Torlonia, nello splendido parco da poco riportato agli antichi splendori. Dopo la sosta caffè a Tagliacozzo, ci si immergerà nella Valle Roveto, tra gli ulivi secolari e il fiume Liri. All'arrivo a Roccavivi ci sarà un pranzo all’aperto nello stile dei matrimoni anni Cinquanta, con musica popolare e balli tipici abruzzesi.

Effetto notte. Sulla via del ritorno, si passerà al castello Piccolomini di Balsorano con uno stop successivo al belvedere di Civita d’Antino, borgo adottato da pittori impressionisti danesi alla fine del 1800. Intorno alle 15 è prevista la visita del Museo Anthinum. Poi, al rientro ad Avezzano, le vetture saranno esposte in Piazza Risorgimento. Ma non è finita qui: anche quest'anno la manifestazione comprenderà una spettacolare cavalcata notturna, altra grande attrattiva del Circuito, a partire dalle 21,30. Il via sarà preceduto dall'esibizione della Fanfara dei Carabinieri a Cavallo e dalla cena nello scenario di Villa Seritti. Domenica, infine, le premiazioni (alle 11).

Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il sito dell'evento.

Condividi
COMMENTI