Orologi
15 gennaio 2019 | di Cesare Emanuele Scanzi

Il nuovo Singer Flytrack concept al Sihh 2019

Il giovane marchio presenta il cronografo monopulsante flyback Singer Flytrack. Il prototipo anticipa il modello di produzione che arriverà nel corso del 2019.

Singer Reimagined, il marchio di orologeria nato nel 2017 dall’incontro tra Rob Dickinson, fondatore di Singer, il noto “tuner-customizer” specialista di Porsche 911 restomod, il designer italiano Marco Borraccino e il maestro orologiero Jean-Marc Wiederrecht, è entrato di prepotenza nel mondo dell’orologeria con il il cronografo Track 1. Equipaggiato con il calibro Agengraphe, il Track 1 ha riscritto i canoni della cronografia puntando sulla praticità e la massima facilità di lettura del tempo cronografico spostando al centro dell’orologio (con visualizzazione saltante) la lettura di ore, minuti e secondi crono. Alla Geneva Watch week 2019 Singer Reimagined ha presentato il Flytrack concept, il prototipo del modello di produzione che sarà presentato in forma definitiva durante l’anno.

User friendly. Questo Singer Flytrack rispetta appieno i valori fondanti del marchio ovvero la visualizzazione del tempo, massimizzando praticità e leggibilità delle canoniche informazioni che leggiamo su un segnatempo meccanico.
 Sull’esempio del cronografo Flytrack, conserva uno stile volutamente rétro, che guarda ai modelli sportivi degli anni 60 e 70. La cassa da 43 mm di diametro (con corona di carica alle 4), è realizzata in titanio grado 5. La sua essenza è racchiusa nella funzione cronografica, che diventa “a richiesta”. La reinvenzione di questa complicazione introduce in modo deciso il concetto di “user friendly”.

Carica manuale. Il Flytrack Concept è equipaggiato con un movimento meccanico a carica manuale (21.600 alternanze l’ora, 52 ore di riserva di marcia) dotato di cronografo con unico pulsante, che pone l’attenzione sul funzionalismo. Alla visualizzazione centrale dei minuti e periferica delle ore, si aggiunge la funzione flyback dei secondi, che consente all’indossatore una prestazione “continua” attraverso la misurazione senza sosta di intervalli brevi, tempi sul giro, velocità media o tempi di accelerazione in pista.

Monocomando. Grazie alla presenza di un solo pulsante (a ore 2) la lancetta dei secondi cronografici può essere in qualsiasi momento azzerata (tramite la pressione del pulsante stesso e istantaneamente ripartire. In questo modo è possibile ricominciare la misurazione di un intervallo di tempo parziale affrancando l’indossatore dalle canoniche operazioni necessarie con un cronografo: stop, reset e azionamento. Questo permette, del resto, un preciso settaggio del tempo: all’inizio di un minuto viene effettuato il reset e il contestuale restart della lancetta dei secondi fornendo, quindi, una perfetta sincronizzazione. È inoltre equipaggiato con vetro zaffiro lato quadrante e lato fondello e offre impermeabilità fino a 100 metri.

Condividi
COMMENTI