Auto
09 April 2021 | di Paolo Sormani

Tutte le auto della Royal Family

Come la reale consorte e il resto della Famiglia reale, anche il principe Filippo d’Edimburgo amava guidare personalmente le auto di Buckingham Palace. Le preferite? Land e Range Rover sopra tutte, più una serie di limousine e "saloon".

La scomparsa del reale consorte, principe Filippo d’Edimburgo, ha riportato i riflettori sulla famiglia reale inglese, nota per l’amore verso le auto discretamente dimostrato fin dalla Seconda Guerra Mondiale. Durante il periodo bellico, Elisabetta II frequentò un corso di autista e meccanico nel Servizio territoriale ausiliario femminile. Lo stesso Filippo si è fatto più volte fotografare accanto a diversi modelli di Range Rover, sicuramente il marchio nazionale più ostentato. Ha guidato le sue Discovery e Freelander finché ha potuto: cioè fino a quando, alla bella età di 97 anni, un incidente di troppo l’ha indotto a più miti consigli. Come il resto della famiglia, Filippo di Edimburgo amava possedere e guidare personalmente alcune delle vetture più costose ed esclusive al mondo. Se vi siete sempre chiesti qual è l’auto preferita della Regina Elisabetta, qual è stato il regalo per il 21° compleanno del principe di Galles, o siete semplicemente affezionati cultori della famiglia reale, molto bene: questo è l’articolo giusto per perdere i prossimi cinque minuti del vostro tempo.

In pompa magna. Grazie al compito e al privilegio di servire il Regno Unito per 68 anni, la regina Elisabetta II è stata graziosamente accompagnata dal meglio della produzione britannica. Nella reale rimessa continuano a rilucere una Rolls Royce Phantom VI, una Aston Martin DB6, una Bentley Continental Flying Spur e – magnanima concessione all’origine teutonica dei Windsor – una Audi A8 limousine. Data la proverbiale parsimonia della regina, non pensiate che siano state tutte pagate a prezzo pieno. La Rolls-Royce Phantom VI limousine del 1977 è un dono della Society of Motor Manufacturers and Traders britannica, in omaggio ai primi 25 anni sul trono. La Bentley State Limousine le fu invece regalata dalla Casa automobilistica per il Giubileo d’oro. In generale, quando il lavoro chiama, la monarca può contare su una flotta di tre Rolls-Royce, altrettante Daimler Super V8 e una coppia di Bentley di rappresentanza, specificamente allestite nel 2002 per sua altezza reale. In particolare, le Bentley State Limousine hanno le portiere posteriori incernierate controvento (in modo che la regina possa alzarsi in piedi prima di lasciare l’auto), blindatura e tetto apribile. Nel 2017, la rivista Car Keys ha stimato il valore delle auto reali in dieci milioni di sterline.

La preferita di famiglia? Il Defender. Fra innumerevoli incombenze, la regina ha la reale prerogativa di essere l’unica cittadina britannica che può guidare senza patente. Come il consorte, anche Elisabetta II è affezionata da decenni alle Land Rover, che ama condurre di persona durante le vacanze nella tenuta scozzese di Balmoral. Nel suo lunghissimo regno ha posseduto e guidato una trentina di Defender, in assoluto la sua auto preferita. Curiosamente, una volta terminato il loro dovere, le ex auto della famiglia reale sono rivendute: di recente è capitato proprio a un Defender V8 4.2 litri personalizzato. Nelle occasioni informali, la regina non disdegna le auto comunemente definite “umili”, come le wagon Vauxhall Cresta e Jaguar X-Type. Un’altra fra le protégée di Elisabetta II è la Jaguar Daimler V8 Super LWB, personalmente guidata per tre anni nella tenuta del castello di Windsor e per visitare gli amici. Fra le numerose modifiche, la real berlina vanta un poggiolo disegnato appositamente per l’immancabile borsetta e le bocchette che indirizzano l’aria ai lati, studiate dopo aver istruito i designer che non ama riceverla sul viso mentre è alla guida.

Una Volante per Carlo. Un’altra celebre auto della Royal Family è la Aston Martin DB6 Volante che la regina regalò al primogenito Carlo per il suo 21° compleanno. Il principe di Galles apprezzò al punto da guidarla diffusamente per anni. Notoriamente sensibile alle problematiche ambientali, di recente l’ha resa più eco-compatibile convertendola a bioetanolo. La Volante è l’auto con cui il principe ereditario William e la moglie Kate lasciarono Buckingham Palace dopo il matrimonio. La passione per l’Aston Martin ha procurato a Carlo un altro gradito omaggio: stavolta da parte dell’emiro del Bahrein, che nel 1989 gli regalò una Vantage V8 personalizzata, che il principe di Galles modificò con cambio manuale e livrea British racing green. In più, fece rimuovere lo spoiler e le minigonne. Il proprietario del marchio, Victor Gauntlett, ne fu così lusingato da ordinarne un esemplare identico per sé. Considerando l’aria che si respira in famiglia, anche i nipoti William e Harry hanno ereditato una certa passione per l’automobile, equamente distribuita su più marchi e modelli, di preferenza tedeschi. Più che mai, dunque, lunga vita alla regina.

Condividi
COMMENTI