Auto
24 November 2020 | di Giancarlo Gnepo Kla

Toyota Century: l’ultima Imperatrice (Parte 2)

Nella seconda parte parte dell'articolo sulla Toyota Century torniamo ai giorni nostri, con la terza generazione della sorprendente ammiraglia nipponica. Insieme scopriamo le "fuoriserie" realizzate per la casa reale giapponese e la speciale Century GRMN del Presidente della Toyota.

L’attuale Toyota Century è stata presentata al Tokyo Motor Show nell’ottobre 2017 e commercializzata dal mese di giugno 2018. Disponibile in quattro tinte dai nomi evocativi (Kamui Eternal Black, Mashū Shrine Blue Mica, Asuka Red Mica, e Seika Radiant Silver Metallic), la Century continua ad essere un modello molto esclusivo. La produzione è limitata a 50 unità al mese: tutte assemblate con tecniche di lavorazione semiartigianali che seguono un preciso rituale tramandato tra pochi selezionatissimi operai specializzati, i pochi degni di essere chiamati "Maestro". I prezzi partono da 19.600.000 yen (circa 160.000 euro al cambio dell’epoca) della Century berlina, per arrivare alla Century Limousine dal costo di ben 60.000.000 yen (circa 480.000 euro). L’ultima Century conserva il rigore formale e l'impostazione stilistica da berlina tradizionale delle generazioni precedenti. Gli interventi maggiori si concentrano sul layout del frontale, influenzato dalla Century Royal del 2006. Gli specchietti retrovisori laterali installati tradizionalmente sopra le ruote anteriori, invece, sono stati spostati sulle porte e integrano gli indicatori di direzione.

Tecnologicamente avanzata. L'aggiornamento completo del modello mantiene la tradizionale dicotomia tra forme desuete e le ultime tecnologie in fatto di sicurezza e assistenza alla guida. Spiccano sistemi come il supporto anticollisione “Toyota Safety Sense P-Series” e il Toyota T-Connect. La propulsione è ibrida, del tipo Hybrid Synergy Drive: include un motore a benzina 5 litri V8 (2UR-FSE) abbinato a un sistema di trazione elettrica per migliorare il risparmio di carburante. Toyota dichiara un consumo medio pari a 13,6 km/l contro i 10 della generazione precedente. La sospensione è stata aggiornata e prevede uno schema multi-link per migliorare ulteriormente la qualità di guida. Il selettore di trasmissione, che nelle generazioni precedenti era montato a pavimento o sul piantone dello sterzo, è ora disponibile solo sul pavimento.

Sotto mentite spoglie. Il 18 settembre 2018, il sito giapponese Nostalgic Car pubblicava un articolo che anticipava l'uscita della Century GRMN (Gazoo Racing, Meister Nürburgring). Un'elaborazione in chiave sportiva della solenne ammiraglia operata dal nuovo reparto Gazoo Racing, braccio armato della Toyota nel motorsport. Pochi giorni dopo, in rete sono circolate delle immagini con il presidente della Toyota Motor Corporation Akio Toyoda che prendeva posto in una Century bianco perla modificata. Nel novembre 2018, l'auto è apparsa ufficialmente al Toyota Gazoo Racing Festival, accanto alla quinta generazione della Toyota Supra, presentata dallo stesso Toyoda. Al Salone dell’Automobile di Tokyo Auto 2019, una Century GRMN faceva bella mostra di sé nello stand Toyota, questa volta verniciata in nero. Le specifiche non sono state dichiarate, ma il riferimento alNürburgring nel suo acronimo e le competenze dei tecnici giapponesi lasciano intuire un grande potenziale.

Se la Prima Classe non basta.A bordo della Toyota Century il comfort e il benessere dei passeggeri posteriori continuano ad essere la priorità assoluta. Ecco quindi i sedili posteriori reclinabili, riscaldabili e con funzione massaggio. Nuovo il supporto poggiapiedi regolabile elettricamente per il sedile posteriore di fronte al guidatore. L'impianto audio di serie è dotato di 20 altoparlanti. Tra i sedili anteriori è installato uno schermo LCD da 20 pollici che permette agli occupanti di controllare molti parametri della vettura e consente la riproduzione di contenuti multimediali. Il tessuto di rivestimento "standard" continua ad essere il panno di lana, disponibile in tre colorazioni, mentre la pelle è disponibile in due tinte. Inutile dire che il primo è sicuramente il più indicato e peculiare per sottolineare l'esclusività della vettura. Per gli inserti sono previsti diverse essenze di legni pregiati.

Le Century della famiglia reale. La Toyota Century Royal è l'auto ufficiale della famiglia reale giapponese. L'Imperatore e i membri anziani della famiglia hanno in dotazione una flotta di quattro limousine fuoriserie presentate il 7 luglio 2006. Ciascuna di queste, appositamente realizzate ha un costo indicativo di 52.500.000 yen (circa 420.000 euro). Quando l'Imperatore viaggia all'interno, lo stendardo imperiale è esposto sulla parte alta della griglia, mentre un tondello con il Sigillo Imperiale del Giappone è esposto al posto della targa. Un crisantemo dorato a 16 petali adorna le porte posteriori, come simbolo del Trono giapponese. Le quattro vetture sono state realizzate con padiglione rialzato per facilitare la salita e la discesa dei sovrani. All’interno troviamo i tradizionali rivestimenti in panno di lana, mentre alcune delle finiture sono in carta di riso Washi. A completare il quadro delle preziose finiture dei modelli Royal, i gradini di ingresso sono in granito. I quattro esemplari sono dotati di blindatura completa, le cui specifiche non sono state rivelate. La meccanica e le sospensioni ricalcano quelle della seconda generazione della Century. Le Royal sono spinte dallo stesso 5.0 V12 e viaggiano su da doppie forcelle (sia per le ruote anteriori che per quelle posteriori) integrate da molle elicoidali e cuscini pneumatici. I modelli “Royal” vengono impiegati per parate e celebrazioni solenni. Dal 2018, adottano anche una fanaleria verticale specifica. Per le altre funzioni di Stato, vengono utilizzate delle Toyota Century convenzionali.

L’auto nuova dell’Imperatore. Il 19 novembre 2018, l'Agenzia Imperiale ha annunciato la richiesta per la fornitura di un'auto da parata con carrozzeria aperta, per la cerimonia di incoronazione dell'Imperatore Naruhito. In precedenza, l'unica vettura decapottabile in uso presso la Casa reale giapponese era una Rolls Royce Corniche III del 1990. La vettura, poco usata, necessitava di riparazioni. Inoltre, l'Imperial Household Agency desiderava che fosse una casa automobilistica giapponese a fornire un veicolo costruito appositamente per un evento così solenne. Il 17 gennaio 2019, è stato annunciato che sarebbe stata utilizzata una Toyota Century convertibile, modificata secondo le specifiche dell'Imperatore. Il 19 settembre 2019, è stata rilasciata la prima immagine del veicolo che mostrava una convertibile a quattro porte. Tra le particolarità: l'assenza del padiglione i sedili posteriori più alti di 4 cm rispetto al modello di produzione per consentire agli spettatori di vedere meglio la coppia reale.

L’essenza vera del prestigio. A differenza di altre auto extralusso come Rolls-Royce, Bentley e Maybach, la Century non è stata concepita per diventare un simbolo di ricchezza da ostentare. Secondo Toyota quest’auto è la rappresentazione del prestigio e dell’onorabilità del proprietario. Un concetto tipicamente giapponese che veniva riportato anche nelle brochure: "La Century si acquisisce attraverso un lavoro persistente, quello che si fa in un abito semplice ma formale". In un mondo frenetico e sempre più omologato, la Century continua ad essere un baluardo della cultura giapponese, impermeabile alle mode e indifferente alle economie di scala. Le tecniche di lavorazione quanto la filosofia progettuale celate dietro questo progetto hanno radici lontane e profonde, che esulano da quanto possa trapelare dalle tende di pizzo di una berlina di lusso dall’aria blasé.

Condividi
COMMENTI