70 anni Bentley Continental: un viaggio in prima classe - Ruoteclassiche
Auto
06 July 2022 | di Fulvio Zucco

70 anni Bentley Continental: un viaggio in prima classe

Nel 1952 conquistava i primi facoltosi clienti la R Type Continental, primogenita di una stirpe di lussuosissime Bentley destinate a chi non si accontentava di un’ammiraglia a quattro porte.

Per la verità Olga, nomignolo con il quale era chiamato il prototipo della R Type Continental, aveva mosso i primi giri di ruota già nell’estate del 1951, ma la commercializzazione del modello iniziò appunto a maggio 1952, con le prime consegne a giugno. Con appena 208 esemplari costruiti, la R Type Continental era una mosca bianca tanto allora quanto oggi, ma le sue forme così filanti la resero iconica e ispiratrice di tutte le Bentley granturismo fino a oggi. Nel 1952 era la più veloce quattro posti al mondo, così come lo tornò ad essere la Continental GT del 2003, che riprese il concetto essenziale delle prime Continental.

Il prezzo della R Type Continental, 6928 sterline al debutto, era pari a quattro volte il costo medio di una casa in UK. Il motore a sei cilindri in linea di 4,6 litri della R Type berlina era potenziato da 140 a 153 CV e, grazie all’impiego di alluminio per diverse parti della carrozzeria al fine di ridurre il peso, il prototipo fece il suo miglior giro sul circuito di Montlhéry a quasi 120 miglia di media. Il problema da superare ora erano le gomme, perché nessun tipo in produzione poteva reggere velocità simili con un peso che comunque si aggirava sulle due tonnellate. Dunlop fu incaricata di realizzare i pneumatici adatti.

Delle 208 R Type Continental ben 193 sono state carrozzate da HJ Mulliner. Delle altre, sei sono state allestite da Park Ward, cinque da Franay, tre da Graber e una persino dal nostro Farina. La Bentley Heritage Collection possiede oggi l’esemplare del 1953 targato JAS949, che fu consegnato nuovo in Svizzera al dottor Rowland Guenin giusto in tempo per farsi un ricchissimo regalo di Natale. L’abbinamento scelto dal nostro dottore era avorio per la carrozzeria e rosso per l’interno, mentre il cambio fu preferito manuale. La Continental della collezione della Casa è tuttora così e conserva il motore d’origine. La “JAS949” è stata acquisita nel 2001 e mostra la patina del tempo, pur essendo in perfetta efficienza, perché non ha subito alcun restauro integrale. Partecipa spesso a eventi di alto livello e per l’occasione del 70° compleanno del modello è stata ritratta in queste immagini vicino alla nuovissima Continental GT Speed da 335 km/h.

Condividi

Bacheca

COMMENTI