News
19 settembre 2008 | di Redazione Ruoteclassiche

80 ANNI DI G.P. DI TUNISI

Ricorre quest'anno l'80° anniversario del Gran Premio di Tunisi, che si disputò per nove edizioni, dal 1928 al 1955. La corsa richiamò i più grandi assi del volante dell'epoca - da Nuvolari a Varzi, da Rosemeyer a Chiron - e rappresentò un severo banco di prova per i bolidi d'anteguerra: dalla Bugatti, che vinse tre volte, all'Alfa Romeo, che ottenne due successi, per finire con le portentose Auto Union "Typ B" a 16 cilindri da 375 CV, che nel 1935 raggiunsero proprio in terra africana la velocità di 295 km/h, trionfando con Achille Varzi.

Le prime due edizioni si corsero sul circuito cittadino del Bardo, le successive sul vicino tracciato di Cartagine, l'ultima, l'unica del dopoguerra, sulla pista del nuovo autodromo Belvedere. Nell'albo d'oro, Achille Varzi, con tre vittorie (1930, 1932 e 1935), precede in ordine cronologico Marcel Lehoux (1928), Gastone Brilli-Peri (1929), Tazio Nuvolari (1933), Rudolf Caracciola (1936), Raymond Sommer (1937) e Luigi Pitti (1955), con un successo a testa. Per festeggiare gli ottant'anni del Gran Premio, dal 30 ottobre al 6 novembre si svolgerà una rievocazione storica sul circuito di Belvedere, con auto sportive divise in tre categorie: auto dal 1920 al 1940, sport e GT dal 1946 al 1960 e dal 1961 al 1972.

Partenza da Marsiglia, con possibilità di trasferimento aereo su Tunisi per gli equipaggi. Per Informazioni: Rallystory, tel 0033 (0) 142120708 – fax 0033 (0) 142120304 – e-mail: contact@rallystory.com – www.rallystory.com.

Condividi
COMMENTI