AC Cars, il ritorno del Cobra - Ruoteclassiche
Auto
15 January 2021 | di Giancarlo Gnepo Kla

AC Cars, il ritorno del Cobra

Si chiama AC Cobra 378 Superblower Mark IV ed è una riedizione ufficiale della mitica AC Cobra. Negli ultimi 50 anni non sono mancate repliche e copie “d’autore” di questo iconico modello ma, stavolta, è la rediviva AC Cars a far battere forte il cuore dei (temerari) guidatori di questa belva affamata di asfalto.

A sei mesi dal comunicato ufficiale in cui veniva sancita la rinascita della AC Cars, il costruttore britannico annuncia finalmente il completamento del primo esemplare della Cobra 378 Superblower. L’idea di riproporre una Cobra con motore sovralimentato venne concepita nel lontano 1998, e suscitò un grande interesse tra gli appassionati. All’epoca, gli attuali proprietari dell’AC Cars riuscirono ad assemblare solo un numero irrisorio di esemplari. A distanza di oltre 20 anni, la Superblower è tornata, pronta a deliziarci con una colonna sonora da 10 e lode: quella burbera e del tutto autentica del suo poderoso V8.
Alan Lubinsky, Amministratore Delegato di AC Cars, ha dichiarato: "Siamo orgogliosi di vedere la prima 378 Superblower ultimata. Produrre un'auto artigianale con una qualità costruttiva così elevata, ultimandola prima del previsto e nel bel mezzo di una pandemia globale è un risultato straordinario. Un successo che abbiamo raggiunto con il team di progettazione e che va a coronare la rinascita del marchio AC Cars. Siamo entusiasti di iniziare le vendite nel Regno Unito, che verranno gestite dalla Boss Motor Company, il nostro partner commerciale". La Superblower, infatti, è già acquistabile presso la nota concessionaria di Chesaham (Buckinghamshire) al prezzo di 129.500 sterline.

Una gamma completa. L'AC Cobra 378 Superblower Mark IV si pone al vertice della nuova offerta AC per il 2021 ed è affiancata dalla AC 140 Charter Edition, l’elegante modello d’ingresso con le caratteristiche ruote a raggi nonchè dai modelli Series I e Series IV, completamente elettrici. Per la Series I, AC Cars dichiara una potenza di 54 Kw, sufficiente per erogare 250 Nm continui con un picco di 500 Nm e una velocità massima di 190 km/h, con uno 0-100 Km/h coperto in 6,7 secondi. Il tutto con un’autonomia di 240 km. La Series IV Electric alza l’asticella con una potenza di 460 Kw che si traducono in valori di coppia continua e massima raddoppiati: rispettivamente 500 e 1000 Nm. Credenziali che consentono alla Series IV di accelerare da 0 a 100 Km/h in 3,8 secondi, con un’autonomia di 320 km. A questi modelli si aggiungono 12 esemplari prodotti in serie limitata, nella speciale configurazione "Le Mans Electric". Si tratta di modelli da collezione disponibili in due livree, in entrambi i casi l'allestimento prevede il caratteristico hardtop aerodinamico e le specifiche da corsa: un tributo alle due Cobra (telaio 2131 e 2142) che parteciparono alla 24 Ore di Le Mans del 1963. Tutte le varianti sono ricreate fedelmente come le Cobra originali e vengono fornite con un telaio contrassegnato dai codice "COB" o "COX" per le vetture con guida a sinistra, inoltre, un certificato di autenticità rilasciato da AC Cars ne garantisce l’originalità.

Le specifiche tecniche. Sotto il lungo cofano anteriore, batte un cuore nuovo: si tratta ovviamente di un V8 (lo stesso LS3 di origine General Motors installato sulla AC Cobra MK IV), qui in una variante sovralimentata capace di erogare ben 580 CV. Questo motore è abbinato a un cambio manuale a sei marce, mentre un radiatore in alluminio e una ventola di raffreddamento elettrica ne assicurano il raffreddamento. Motore sovralimentato a parte, la AC Cobra 378 Superblower ricalca fedelmente il layout dei modelli d’antan con un telaio a traliccio realizzato con tubi a sezione circolare da quattro pollici come sull’originale. Le specifiche, esaltano un’esperienza di guida genuina e adrenalinica secondo la migliore tradizione del marchio AC. Considerate le elevate prestazioni, i tecnici della AC hanno optato per l’installazione di un moderno impianto frenante servoassistito con pinze da corsa ad alte prestazioni e dischi ventilati. La potenza è gestita da un differenziale autobloccante con rapporto 45:1, mentre l’assetto si avvale di sospensioni anteriori e posteriori multi-link con barre antirollio su entrambi gli assi. Le ruote calzano pneumatici anteriori da 7,5" x 15" e posteriori da 9,5" x 15".

Bentornata Cobra! Le sue linee fluide e l'inconfondibile muscolarità della carrozzeria sono completate da un interno squisitamente rifinito a mano. Questo primo esemplare riprende lo stile delle auto da corsa anni 60 e prevede rivestimenti in pelle nera che si estendono alla plancia e al vano portaoggetti, così come le tasche porta mappa. Per la parte bassa dell’abitacolo è stata installata una tappezzeria a pelo alto. Bel lavoro AC, il pedigree della leggendaria AC Cobra è salvo!

Condividi
COMMENTI