Auto
26 settembre 2003 | di Redazione Ruoteclassiche

ALL’INFERNO E RITORNO

Fu concepita durante la guerra di Corea, esordì in operazioni militari nel 1959 a Portorico, combatté con onore in Vietnam. Leggera, semplice, ma costosa. L'originale Porsche "1600" fu sostituito nel '57 con motori americani, quando la produzione passò all'American Motors.

La "M 422", nota anche come "Mighty Mite" ("Piccola forzuta"), non è certo conosciuta come la Jeep, ma svolse con onore il suo ruolo in divisa. Nonostante le dimensioni ridotte, il prezzo era alto: 5200 dollari, quando per un "Maggiolino" ne bastavano 1500. Nei dieci anni di ferma fu impiegata in ogni angolo del globo e in particolare durante le operazioni in Vietnam.

Il suo progetto risale ai primi anni 50, mentre si stava combattendo la guerra di Corea ed entravano in servizio nelle file dell'esercito americano le Willys "M 38" e "M 38A1". Ben F. Gregory, ex pilota automobilistico ed inventore, propose all'U.S. Army, attraverso la Marco (Mid America Research Corporation), una fuoristrada più leggera, che sembrava un giocattolino. L'esercito dimostrò un tiepido interesse, ma ai Marines quella compatta 4x4 sembrava fatta apposta per le esigenze di uno sbarco e per le azioni condotte con gli elicotteri. Così si avviò la sperimentazione su una preserie di otto esemplari realizzati uno a uno dalla stessa Mid America Reserarch Corporation nel proprio stabilimento di Wheatland in Pennsylvania. I test preliminari furono effettuati al centro prove di Aberdeen, nel Maryland e nella base di Qantico in Virginia.

I prototipi erano equipaggiati con un motore boxer Porsche di 1,6 litri con raffreddamento ad aria forzata, capace di sviluppare 52 CV. Ad esso era accoppiato un cambio a tre marce con riduttore a due velocità e trasmissione integrale permanente. La carrozzeria era realizzata con pannelli in lega d'alluminio rivettati ed era imbullonata al telaio, in robusto tubo d'acciaio, con l'interposizione di "silent block" in gomma. Il passo era di 1,62 m, l'altezza minima da terra 25 cm e il peso di 680 kg.

La prova diede esito favorevole e la "Mighty Mite" fu arruolata. Per la produzione in serie però furono introdotte numerose modifiche. Il motore Porsche fu sostituito da un quattro cilindri a V da 54 CV raffreddato ad aria prodotto dalla stessa American Motors. Il passo fu allungato a 1,65 m e la trazione divenne posteriore con anteriore inseribile, mentre il riduttore fu eliminato in favore di un cambio a 4 velocità con la prima marcia particolarmente corta. Così mutata, la "Piccola forzuta" fu prodotta in 250 esemplari.

Il primo impiego fu a Portorico nel '59. Nei primi anni 60 il progetto venne aggiornato, portando alla nascita della "M 422A1". La produzione complessiva fu di 3933 pezzi.

Motore Anteriore (AMC AV-108-4) - 4 cilindri a V di 90°, canne cromate, raffreddato ad aria forzata - Cilindrata 1775 cm³ - Alesaggio 79,4 mm - Corsa 79,4 mm - Potenza 52 CV 3.600 giri/min - Rapporto di compressione 7,5:1 - Coppia 12,4 kgm a 2.500 giri/min - Carburatore Holley R1931A.
Trasmissione Trazione posteriore, anteriore. inseribile - cambio New Process Gear a quattro marce - Pneumatici 6.00-16
Corpo vettura Camionetta a due/quattro posti - Telaio a longheroni con traverse - Sospensioni a quattro ruote indipendenti, mezze balestre e geometria cantilever - Ammortizzatori idraulici telescopici - Freni a tamburo inboard idraulici - Sterzo a circolazione di sfere
Dimensioni e peso Passo 1800 mm - Carreggiata anteriore/posteriore 1320 mm - Lunghezza 2870 mm - Larghezza 1550 mm - Peso a vuoto 780 kg.
Prestazioni Velocità massima 96 km/h - Consumo 13 litri/100 km.

Condividi
COMMENTI