Auto
03 August 2006 | di Redazione Ruoteclassiche

ALTA SOCIETÀ

Grand hotel, abiti da sera, gioielli… E una vettura all'altezza della situazione (cinque metri di lunghezza, 12 cilindri), che ci invita a serate eleganti, in compagnia di 300 CV bene educati, capaci perfino di autolimitarsi per non oltrepassare i 250 all’ora. Questa supercar non cade nella volgarità e concede così poco alla trasgressione da sembrare noiosa. I suoi numerosi sensori elettronici controllano il pilota come un Grande Fratello

Con quasi cinque metri di lunghezza, motore a dodici cilindri di cinque litri, 300 CV e un prezzo di listino, al momento del lancio in Italia nel 1990, di ben 144 milioni di lire, la coupé BMW "850" non è una sportiva pura, ma una granturismo in grado di offrire un confort elevatoe capace di andare forte, ma in modo facile e sicuro.

Questa vettura è infatti una delle prime in cui l'elettronica ha trovato una vasta applicazione, dal motore all'impianto di climatizzazione, dai sistemi di sicurezza alle sospensioni. Pure la velocità è limitata elettronicamente a 250 km/h. Questo ricco patrimonio tecnico che è la BMW "850" oggi si può acquistare con 13.000 euro, 15.000 per un esemplare da vetrina. I costi di gestione sono proporzionati alla classe e alla cilindrata: 570 euro circa di "bollo",intorno ai1500 la polizza RC, almeno 500 o 600 euro per un normale tagliando.

Il problema è trovarla, perché delle 733 "850i" V12 immatricolate in Italia dal 1990 al '98 la maggior parte è poi emigrata all'estero, nei Paesi di lingua tedesca. In Italia, infatti, l'ammiraglia di Monaco è stata dimenticata in fretta. Il progetto partì a inizio anni 80 con l'obbiettivo di sostituire la "Serie 6" con una macchina che rappresentasse un netto salto di qualità, all'altezza di sfidare le supercar di Mercedes e Jaguar. La presentazione avvenne al Salone di Francoforte del 1989.

La vettura piacque, ma non suscitò emozioni: la linea, opera di Klaus Luthe, responsabile del Centro Stile BMW, era elegante, ma senza spunti originali. La disposizione meccanica era tradizionale, con motore e cambio anteriori e trazione posteriore, ma con una novità per la BMW: le sospensioni posteriori multilink. Classico il motore V12 in lega leggera (due valvole per cilindro, un asse a camme per bancata, fasatura fissa), unito a un cambio automatico a quattro rapporti, poco sportivo; come optional c'era un cambio manuale a sei marce, oggi difficile da trovare.

Motore Anteriore longitudinale - 12 cilindri a V di 60° - Alesaggio 84 mm - Corsa 75 mm - Cilindrata 4988 cm³ - Rapporto di compressione 8,8:1 - Potenza 300 CV a 5200 giri/min - Due valvole per cilindro, un asse a camme in testa per bancata, punterie idrauliche (catena) - Radiatore olio - Iniezione elettronica multipoint Bosch "LH-Jetronic" - Catalizzatore a 3 vie - Batteria 85 Ah, alternatore 140 Ah.
Trasmissione Trazione posteriore - Cambio automatico a 4 marce a controllo elettronico - Pneumatici 235/50 ZR 16.
Corpo vettura Coupé 3 volumi, 2 porte, 4 posti - Sospensioni anteriori a ruote indipendenti, braccio trasversale e biella obliqua - Sospensioni posteriori a ruote indipendenti, bracci trasversali, braccio longitudinale e braccio guida verticale - Molle elicoidali - Barre stabilizzatrici - Ammortizzatori oleopneumatici (a richiesta con taratura programmabile) - Freni a disco, anteriori ventilati, ABS (a richiesta antislittamento) - Serbatoio carburante da 90 litri - Capacità bagagliaio 360 dm³.
Dimensioni e peso Passo 2684 mm - Carreggiata anteriore 1554 mm - Carreggiata posteriore 1562 mm - Lunghezza 4780 mm - Larghezza 1855 mm - Altezza 1340 mm - Peso a vuoto 1790 kg.
Prestazioni Velocità 250 km/h (autolimitata) - Consumo medio 13 litri/100 km.

TAGS bmw
Condividi
COMMENTI