News
06 maggio 2011 | di Redazione Ruoteclassiche

AMBASSADOR DELL’ALTRO MONDO

L'indiana Tata "Nano" è stata una sorta di bomba nel mercato mondiale delle quattro ruote: non capita infatti tutti i giorni di poter annunciare la commercializzazione di una vettura a 1500 euro! Ma l'India è patria di un altro fenomeno automobilistico ben più longevo, tanto da avere doppiato nel 2011 la soglia dei quarantotto anni: la Hindustan "Ambassador MK II", unico modello a listino della Casa con sede a Uttarpara, nel Bengala occidentale, in produzione ininterrottamente dal 1963.

Si tratta, in pratica, della Morris "Oxford II" fabbricata in Inghilterra negli anni 50, con motore a quattro cilindri in linea di 1489 cm3 da 51 CV a 4200 giri/min. Forme molto British style, robusta, essenziale, adatta a sopportare, grazie alla sua altezza da terra, lo choc di strade piene di buche e sassi.

Un "dinosauro", di cui ancora oggi vengono prodotti 30 mila esemplari l'anno, e che fu utilizzata per la prima volta come auto ufficiale da Indira Gandhi, per poi diventare nel tempo la vettura dei politici e degli alti funzionari, e complice la sua struttura particolarmente robusta che la rese idonea a sopportare la blindatura antiproiettile, anche dei superpoliziotti dell'antimafia indiana.

Oggi, molto più modestamente, è approdata nei parchi dell'amministrazione pubblica e delle compagnie di taxi. Come del resto, in tempi meno recenti, la sua illustre parente inglese. Un caso di longevità unico al mondo, che arriva da una terra con ambizioni industriali non da poco.

Condividi
COMMENTI