Eventi
08 January 2019 | di Redazione Ruoteclassiche

Arezzo Classic Motors: i buoni motivi per visitarla

Con il consueto appuntamento di Arezzo Classic Motors si apre ufficialmente la stagione delle mostre scambio dedicate ai veicoli d'epoca.

Per il fine settimana del 12 e 13 gennaio ecco qualche buona ragione per farsi trovare preparati dalle parti di Arezzo, in Toscana. È lì che si apre la stagione 2019 delle mostre scambio, con questa classica manifestazione che va in scena da ben ventuno edizioni, tanto da essere considerato ormai il più importante evento fieristico del Centro Italia nel settore delle auto e delle moto classiche e non solo: nei 20 mila metri quadri della Fiera di Arezzo c'è spazio per tutte le sfacettature della passione.

Dunque, cosa vedremo quest'anno? La locale Scuderia Chimera Classic allestirà una mostra sulla storia dell'Autobianchi A112 Abarth attraverso cinque storiche vetture da competizione oltre a vari componenti di queste auto nelle varie evoluzioni. Sempre nello stesso stand verrà ripercorsa la storia della pista elettrica Policar-Polistil fino alle slot car moderne. Ci saranno anche modelli di veicoli agricoli e mezzi industriali. Il Club Saracino tratterà ad Arezzo Classic Motors il tema delle “Gemelle Diverse”: stessa auto, ma con diverso stile. Quattro coppie dello stesso modello di autovetture, dal periodo anteguerra agli anni ’70, nelle versioni coupé e scoperta: Fiat Balilla e Balilla Spider, Alfa Romeo Giulia GT e Giulia GTC, Fiat Dino Coupé e Dino Spider, Abarth 1000 Compasso d’Oro e Abarth 1000. Infine, il RegistroFiat Italiano tornerà sul quarantesimo anniversario (appena trascorso) della Fiat Ritmo, esponendo cinque versioni: 65, 105 TC, 130 TC, Turbo Diesel e Cabrio. Inoltre, saranno esposti anche due Fiat anteguerra: la Tipo 3A (1912-1921) e la 1500 "Musone" del 1937.

Non solo automobili. Al di là dei padiglioni Chimera, Petrarca e Vasari, interamente dedicati alla mostra-scambio di ricambi vera e propria, ad Arezzo Classic Motors ci sarà spazio per una panoramica dei modelli Honda a quattro cilindri degli anni Settanta curata da Ciabini Engines in collaborazione con il Moto Club Arezzo. Inoltre, è riconfermata l’apertura di un intero padiglione al modellismo, curato dall'Associazione Arezzo Modellismo, in cui si potranno osservare da vicino plastici ferroviari, diorami e altro.

Dove, quando e... quanto. Arezzo Fiere e Congressi, dove si svolge la mostra-scambio, si trova al 23 di via Lazzaro Spallanzani, ad Arezzo. L'ingresso costa solo 12 euro, tuttavia, l'organizzatore Alte Sfere ha previsto un pacchetto per le famiglie in cui pagheranno solo gli adulti, indipendentemente dall'età dei ragazzi. I giovani sotto i 12 anni, invece, potranno entrare sempre gratuitamente. Arezzo Classic Motors, infine, sarà aperta il sabato dalle 8:30 alle 19:00 e la domenica dalle 8:30 alle 18:00. Per maggiori informazioni: www.arezzoclassicmotors.it

Condividi
COMMENTI