News
18 settembre 2015 | di Redazione Ruoteclassiche

Asi Autoshow 2015: è di scena l’Abruzzo

Per la tredicesima edizione del raduno annuale organizzato dall’Asi, in corso fino a domenica, quest’anno sono state scelte le strade abruzzesi, che verranno percorse da oltre 120 equipaggi su vetture storiche di grande prestigio che formeranno un museo viaggiante esclusivo. Tra le vetture di spicco iscritte, una Lancia Artena del 1935, una Fiat 500 A del ’35 e una “ancienne” d’eccellenza come la E.M.F. Thirty del 1909.

La carovana, partita il 17 settembre da Silvi Marina, è già arrivata ad Atri, da dove poi punterà su Capestrano, famosa città d’arte medioevale ai margini del Parco nazionale del Gran Sasso-Monti della Laga. Quindi per Santo Stefano di Sessanio.

Da questo paese, costruito in pietra calcarea bianca, nella giornata di sabato le auto si dirigeranno verso Lanciano, dove all’Auditorio Diocleziano (piazza del Plebiscito) si terrà il Convegno sul Motorismo Storico abruzzese. Un incontro che “vuole ricordare quel particolare momento storico che ha visto l’attività sportiva dei piloti affiancarsi a quella di valenti meccanici, il successo dei quali ha portato una nuova linfa produttiva, modificando così la visione strettamente agricola che i più avevano della regione” come spiegano gli organizzatori. Tra i relatori: Tazio Taraschi che parlerà del padre Berardo; Bruno Patriarca che ricorderà  l’attività di preparatore del padre Rodolfo; Francesco Nuvolari, nipote del grande “Nivola”, che ricorderà il celebre nonno. Domenica 20, tappa conclusiva a Pescara.

Condividi
COMMENTI