Eventi
15 ottobre 2018 | di Alberto Amedeo Isidoro

Asi Giovani in pista, un sabato per i ragazzi che amano l’auto d’epoca

Quarantanove gli equipaggi convenuti lo scorso sabato per l’evento milanese promosso dalla Commissione Giovani dell’Asi.

Prima in pista. Una giornata lunga, intensa, carica di emozioni. Quarantanove auto storiche appartenenti a giovani tra i 18 e i 40 anni si sono date appuntamento alle nove del mattino alla Pista-Centro di Guida Sicura Aci-Sara di Lainate: comincia così il nostro sabato dedicato all’auto d’epoca e ai giovani, tra i rombi dei motori, i sorrisi e le battute dei convenuti. Dopo le iscrizioni allo stand Asi e il ritiro di un lubrificante Agip omaggio, casco in testa, piloti e copiloti si sono messi alla prova al volante delle loro storiche tra i cordoli di un circuito corto (“solo” 1500 metri) ma molto tecnico (più d’una le varianti insidiose). Sessioni brevi – quindici minuti – ma sufficienti a inanellare da quattro a sei-sette giri, a seconda dell’auto (si va dalle piccole Fiat 1100 e NSU Prinz alle veloci Alfa Romeo Giulia GT e Porsche 911) e… del driver.

Appuntamento con la storia. La mattinata si è conclusa al Museo Storico Alfa Romeo. Qui abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Fabio Di Pasquale. “La risposta dei ragazzi non può che farci ben sperare per il futuro – ha detto il presidente della Commissione Giovani Asi –: vederli cos’ numerosi qui, oggi, in una città legata a doppio filo con l’automobile come Milano, è una gioia immensa”. Dopo il pranzo, un ricco buffet allestito nel ristorante del museo, c’è stato il tempo per un’approfondita visita guidata della collezione: impossibile non sognare a occhi aperti, impossibile non lasciarsi trasportare e innamorarsi ascoltando la storia di uomini e macchine che hanno contribuito a creare la leggenda Alfa Romeo.

La gara di regolarità organizzata da Ruoteclassiche. Il pomeriggio abbiamo accolto i ragazzi a casa nostra. L’auditorium della nostra Casa Editrice ha ospitato gli equipaggi per la presentazione della rivista Youngtimer, nata lo scorso maggio da una costola di Ruoteclassiche e rivolta proprio ai giovani, un pubblico che tipicamente s’avvicina al mondo del collezionismo con l’acquisto di un’auto d’età compresa tra i venti e i trent’anni. A seguire, una mini gara di regolarità, con pressostati e cartelli gialli sparsi qua e là nel parcheggio dell’Editoriale Domus. Primi Molinari-Sandrinelli su Porsche 356, secondi Bellini-Belotti su Fiat 1100/103, terzi Tamburelli-Adaglio su Nsu Prinz: questo il podio dopo il passaggio sui tubi.

Cena stellata. Alle 20.30, dopo le premiazioni, gli equipaggi sono stati ospiti di Garage Italia, l’atelier di Lapo Elkann dove il team dello chef Carlo Cracco ha preparato una sfiziosa cena all’impiedi. A intrattenere i ragazzi Ottavio Belli, illusionista di fama internazionale, e il cantante Matteo Borghi.

TAGS asi
Condividi
COMMENTI