Eventi / Moto / News
08 May 2015 | di Redazione Ruoteclassiche

Asi Moto Show, ci siamo!

Grande spettacolo in pista, dall'8 al 10 maggio, all’Autodromo Riccardo Paletti a Varano de’ Melegari (PR) per la quattordicesima edizione di Asi Moto Show. Forte dei numeri della scorsa edizione - 10.000 spettatori in tre giorni di kermesse - quest'anno la formula riproporrà quel mix di passato e presente che tanto entusiasma gli appassionati delle due ruote: insieme, si ritroveranno in splendida armonia le più anziane "ancetre" dei primi anni del secolo scorso e le più moderne grand prix.

Garantita (perché molto apprezzata) la presenza di pezzi di inizio 900, difficili da vedere fuori dal contesto statico delle loro collezioni, che saranno accompagnate dai proprietari in abbigliamento d'epoca. Sui 30.000 metri quadrati dei paddock, nei 21 box e nell'ampia area espositiva coperta saranno disposti, oltre a tutti i mezzi partecipanti, anche apposite aree tematiche nelle quali troveranno spazio le motociclette di particolare valore storico, come pure fotografie, oggetti e curiosità legate al mondo delle corse e dei centauri.

Molti i campioni del passato che hanno annunciato la loro presenza: dal 7 volte iridato Phil Read che sfilerà in pista con una Suzuki RG500 del Team Life al 6 volte campione del mondo Jim Redman, per la prima volta a Varano. Ci saranno anche il venezuelano Carlos Lavado che riporterà in pista la Yamaha 250 con la quale ha conquistato il titolo nel 1983 e '86, e Freddie Spencer, in sella alle due moto - una Honda 250 e una Honda 500 tre cilindri - con le quali conquistò entrambi i titoli iridati nel 1985. Tra gli italiani, ci saranno Pier Paolo Bianchi ed Eugenio Lazzarini, 6 mondiali in due, mentre Pier Francesco Chili porterà la Suzuki GSX-R 750 con la quale corse il mondiale Superbike.

Esteban Fullana sarà anche lui presente a Varano, con la famosa monociclindrica 2 tempi raffreddata ad aria Ossa 250 GP dotata di telaio monoscocca in alluminio che fu guidata nel mondiale 1969 da Santiago Herrero (ci sarà anche la versione raffreddata ad aria, che fu provata nel 1970).

Tra i musei, sicura la partecipazione, con diversi esemplari di pregio, del Museo Demm di Porretta Terme e del Museo MV Agusta che esporrà alcuni gioielli della Casa varesina come le 600 e 750 4 cilindri stradali, le 125 2T stradale e da corsa, una 250 da motocross, la 3 cilindri 500 GP di Agostini ora proprietà del collezionista newyorkese Rob Jannucci e una 4 cilndri 500 GP.

Molte e variegate le sfilate in pista, con esemplari provenienti anche dall'estero. Numerosi i registri storici: dal Benelli alla sezione italiana del Rudge e Python Special, dall'Aermacchi all'Harley-Davidson e al Gilera, senza contare i tanti club federati Asi come il Camer di Reggio Emilia, la Scuderia Trentina Storica, il Veteran Car Club Torino e tanti altri.

Ricordiamo inoltre, che - come tradizione dell'evento - l'ingresso è completamente gratuito.

Condividi
COMMENTI