Auto
29 luglio 2009 | di Redazione Ruoteclassiche

ATTRAZIONE FATALE

"L'ho inseguita per venticinque anni, ossessionato dalle sue curve e dal desiderio di provarla. Così avrei ritrovato anche qualcosa di lei, Diana Dors, la bella attrice inglese a cui questa cabriolet era appartenuta".

Queste le parole dell'attuale proprietario della Delahaye "175 S" carrozzata Saoutchik del nostro serivizio. La vettura pesa tre tonnellate, è lunga 7,30 metri e monta un motore 6 cilindri in linea di 4455 cm3 da 150 CV.

La cosa straordinaria, però, è un abitacolo così piccolo tra due cofani così smisurati.

TAGS Delahaye
Condividi
COMMENTI