Eventi / News
21 ottobre 2015 | di Redazione Ruoteclassiche

Auto e Moto d’Epoca, un Salone tra passato e futuro

Al via con molte novità la trentaduesima edizione della mostra scambio più importante d’Italia: Auto e Moto d’Epoca apre i cancelli da giovedì 22 e li chiude domenica 25 ottobre. Sempre nei padiglioni della Fiera di Padova, come d’abitudine dal 1983. Con un programma ricco di novità.

Per quattro giorni Padova diventa l’ombelico del mondo delle auto e moto d’epoca. E non solo. La mostra cresce ancora e con la presenza ufficiale di ben 18 Case automobilistiche, quella che fino a ieri poteva definirsi ancora mostra-scambio, da quest’anno si può considerare a tutti gli effetti un Salone dell’auto a 360 gradi. Antico e moderno, tradizione e novità s'incontrano infatti nello stesso luogo dando vita a un evento unico nel panorama nazionale. A fianco delle auto e moto storiche, che rimangono il fulcro della manifestazione, si vedranno quindi molte delle novità presentate nell’ultimo Salone di Francoforte schierate fianco a fianco con i modelli storici dei rispettivi marchi.

Oltre a tutto ciò ci saranno, come al solito, numerosi rivenditori specializzati e oltre 4000 auto d’epoca in vendita, che si affiancheranno alle decine di pezzi rari portati dai numerosi Club e Registri storici in rappresentanza dei loro iscritti. A ospitare la sempre più ampia offerta di auto, automobilia, ricambi e vetture una neonata “area N” di quasi 3000 metri quadrati.

Tra gli appuntamenti del primo giorno:
ore 10:40 stand Porsche, padiglione 4: verrà svelata la regina del primo concorso di restauro Porsche Classic;
Ore 11:30 stand Aci - Aci Storico, padiglione 3: inaugurazione Auto e Moto d'Epoca;

Ore 12:30 stand Aci - Aci Storico, padiglione 3: Auto e Design. Tre grandi del Design riflettono su significati e prospettive del loro lavoro. Con: Fabrizio Giugiaro, Gianpaolo Benedini, Paolo Pininfarina.

Ore 14:30 stand Aci - Aci Storico, padiglione 3: Bulli & Bulloni. Presentazione della prima webserie sul restauro di un mezzo d’epoca: da un’idea di Enrico Brignano, realizzata con la collaborazione di Ruoteclassiche. Dieci puntate video di 6 minuti in esclusiva su Quattroruote.it. Partecipa il cast: Enrico Brignano, Gaetano Derosa, Giacomo Nucci, Mauro Altamore. Modera David Giudici, Direttore di Ruoteclassiche.

Ore 16:00 stand Aci - Aci Storico, padiglione 3: Il motorismo storico patrimonio mondiale. Motor Heritage, campagna internazionale per il riconoscimento del Motorismo Storico come patrimonio mondiale. Partecipano: Sandra Button (Concorso di Eleganza di Pebble Beach), Comune di Mantova, Mantova Corse, Mille Miglia S.r.l., Museo Alfa Romeo di Arese, Riar - Registro Italiano Alfa Romeo, Rotary Club Nuvolari. Modera Giorgio Andrian, esperto Unesco sul Motor Heritage.

Ecco in sintesi, invece, alcune delle vetture storiche e moderne portate a Padova dalle varie Case:
Abarth: a fianco della nuovissima 695 Biposto (997 kg, motore 1.4 T-jet 190 CV, 5,9'' nell’accelerazione 0-100 km/h, velocità massima di 230 Km/h) il marchio dello Scorpione espone due esemplari storici: Abarth 750 Record Bertone del 1960 e Abarth Monoposto Record del 1965.

Alfa Romeo: tra le moderne porta la nuova Giulia Quadrifoglio alla quale affiancherà alcune progenitrici provenienti dalla collezione del Museo Storico Alfa Romeo di Arese: Giulia TI Super, Giulia SS, TZ2 e Giulia Sprint GTA. Oltre all’esclusiva Montreal Expo, prototipo di Bertone del 1967 realizzato in occasione dell’Expo di Montreal.

Audi: la Casa di Ingolstadt ha scelto di schierare modelli che hanno lasciato un segno indelebile nella sua storia sportiva: Audi quattro Gruppo B portata in gara da Michele Cinotto ed Emilio Radaelli nel 1983, la coetanea Audi 80 quattro Gruppo A ex Blomqvist e la Audi 90 quattro Gruppo A del 1988. Inoltre, l'Audi 80 Competition che trionfò nel Campionato Italiano Turismo nel 1994 con Emanuele Pirro e Dindo Capello. Sabato 24, nella mattinata, confermata la presenza di Stig Blomqvist, Campione del Mondo Rally nel 1984, Christian Geistdoerfer, Tamara Vidali e di Filipe Albuquerque, Pilota ufficiale Audi Sport.

Bmw: espone la nuova Serie 3 e i modelli che l’hanno preceduta in 40 anni di storia.

Bentley: presenta in anteprima in Italia il nuovo SUV Bentayga.

Citroën: a fianco della nuova C4 Cactus espone l’unica 2 Cavalli “Soleil” esistente al mondo; più la DS 23, la DS cabrio e la nuova DS 5.

Land Rover: celebra il mito del Defender e i 45 anni della Range Rover.

Maserati: a fianco della nuova Maserati Ghibli S Q4 “Zegna Edition” propone una rara 6C 34 del 1934, una Mistral Coupé del 1964 e una Tipo 124 del 1974. Accanto a questi esemplari del passato, il presente del marchio è raccontato dalla.

Mercedes: espone la nuova serie S cabrio presentata a Francoforte e una serie di vetture storiche non ancora definite.

McLaren: è presente con la McLaren 570S.

Peugeot: il tema di quest’anno sono le “regine d’Africa”. La Casa francese espone la 205 Dakar, la 405 Dakar, e la 504 Bandama.

Porsche: condividerà i festeggiamenti per i suoi primi 30 anni in Italia e i cinquanta di Targa con i Registri storici del marchio. Lo stand, che si trova nel padiglione 4, ospiterà la 911 Targa 4S “30 anni Porsche Italia” (solo 30 esemplari) e le tre Porsche storiche vincitrici del concorso di restauro riservato ai Centri Classic. I tecnici di Porsche Italia, esperti di auto storiche, saranno presenti nello stand per rispondere alle domande dei collezionisti

Smart: espone la nuova cabrio del marchio.

Tesla: presenta la Model S P90D, la più sportiva della gamma, e la 85 D.

Volvo: a fianco del nuovo Suv XC90 espone la PV 544 Sport del 1965.

Non ancora note le vetture esposte da Infiniti, Jaguar e Pagani.

Condividi
COMMENTI