Club / News
05 July 2012 | di Redazione Ruoteclassiche

BAGARRE SOTTO LE MURA

Una cinquantina di vetture dagli anni Dieci ai Settanta hanno animato il 27 maggio il 7° Bergamo Historic Gran Prix, rievocazione della storica Coppa Città di Bergamo, che si disputò una sola volta, nel 1935. In quell'occasione, attorno alle mura medievali di Bergamo Alta, vinse l'Alfa Romeo "P3" di Tazio Nuvolari (1892-1953), di cui nel 2012 ricorrono i 120 anni dalla nascita. A margine della manifestazione, l'anniversario del Mantovano volante è stato celebrato con una mostra a lui dedicata, che ha chiuso i battenti il 15 giugno.

Molte le auto di grande richiamo, come le Grand Prix d'anteguerra e soprattutto le monoposto F.1, F.2, F.3 e F. Junior. Tra queste, una menzione particolare va alla F.1 Cooper- BRM ex Jochen Rindt-Jackie Ickx, alla F.2 Tecno ex François Cevert e alla Lotus F. Junior "20/22" ex Ben Pon. L'edizione 2012 ha portato per la prima volta attorno alle mura anche le moto, con piloti del calibro di Carlo Ubbiali, nove volte campione del mondo negli anni 50, Tullio Masserini e Lino Cornago.

Ma i motivi d'interesse sono stati numerosi: dalla partecipazione dell'ex pilota di F.1 Bruno Giacomelli, prima guida dell'Alfa Romeo negli anni 70-80, tornato per l'occasione al volante della "8C" con cui Nuvolari vinse a Bergamo nel 1935, alla presenza di vetture che hanno fatto la storia dell'automobile e delle corse, come la Porsche "935" (1977) di Vaillant-Kremer, la Porsche "356 Speedster" (1957) ex Von Karayan e numerose AC "Cobra", nell'anno del loro 50° anniversario e della scomparsa del loro "papà", il grande Carroll Shelby. Il ricavato è stato devoluto alla Onlus Spazio Autismo Bergamo.

Condividi
COMMENTI