Auto
10 September 2019 | di Cesare Emanuele Scanzi

Bentley 4 Litre 1/2 Continuation, un tuffo nel passato

Saranno dodici gli esemplari allestiti nelle officine del reparto Mulliner di Bentley, che rispetterà le specifiche di progetto della leggendaria “Blower” del 1929

Bentley lancia il primo progetto al mondo di un modello Continuation realizzato su un’auto da corsa anteguerra. Da qui ai prossimi due anni, il reparto speciale Mulliner, la divisione che si dedica al confezionamento dei modelli speciali della casa inglese, allestirà dodici repliche ufficiali della mitica 4 Litre ½ “Blower” del 1929.

Come l’originale. Una per ogni competizione a cui ha partecipato l’esemplare con telaio HB3403, appartenente al gruppo delle quattro Blower ufficiali schierate in quell’anno dalla Casa. Le dodici Continuation saranno allestite secondo le specifiche esatte dell’esemplare originale, che fungerà da “master”.

Copia e... incolla. La HB 3403 sarà smontata fino al bullone e verrà eseguita una scansione 3D di ogni componente fino a ottenere un esemplare completamente virtuale. Quindi lo staff di tecnici Mulliner inizierà l’assemblaggio di ognuna delle dodici 4 ½ Litre Blower fino al completamento della serie speciale.

Già che ci siamo… Nel frattempo verrà eseguita una minuziosa revisione su ogni pezzo dell’originale. A quel punto l’auto originale verrà riassemblata. Da questa revisione totale risulterà una Blower in condizioni straordinarie, ulteriormente migliorate.

Nata per correre. La Blower è stata una delle auto da corsa più importanti per Bentley. Nel suo periodo era considerata una delle auto più veloci del mondo. Il merito della sua nascita si deve al talento sportivo di “Tim” Birkin, pilota tra i fautori del gruppo dei Bentley Boys, e al suo desiderio di aumentare le prestazioni delle Bentley da corsa.

Iniezione di potenza. W.O. Bentley, proprietario dell’azienda, vedeva nell’aumento di cilindrata la soluzione migliore. Ma Birkin era rimasto impressionato dai risultati offerti dalla sovralimentazione con compressore sulla Bentley 4 Litri ½, che passava da 130 a 240 Cv di potenza. Birkin riuscì a convincere il Numero uno Woolf Barnato a mettere in cantiere una produzione di 55 esemplari della 4 ½ Litre sovralimentata, di cui cinque riservati alle corse.

Un graditissimo ritorno. La Blower originale, targa UU 5872, che servirà da pietra di paragone per le dodici Blower Continuation, è la seconda delle quattro che hanno composto il team ufficiale. Non ha mai vinto una gara di durata ma ha avuto un ruolo molto importante nella vittoria di Bentley alla 24 Ore di Le Mans del 1930. Ha corso in quegli anni per l’azienda; è stata restaurata negli anni 60 e in seguito ceduta. Nel 2000 è stata riacquistata e utilizzata nelle principali manifestazioni mondiali per auto storiche.

TAGS bentley
Condividi
COMMENTI