Bonus revisioni: rimborsi anche per le storiche - Ruoteclassiche
News
03 January 2022 | di Roberto Manieri

Bonus revisioni: rimborsi anche per le storiche

Il Governo ha creato un portale online per “restituire” agli automobilisti la differenza sul costo delle revisioni introdotto lo scorso novembre. Ecco come ottenere il rimborso.

Una nota del Mims (Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile) annuncia che, a partire da oggi, è online la piattaforma informatica “Buono veicoli sicuri” per chiedere il rimborso di 9,95 euro a compensazione dell’aumento, pari alla stessa cifra, delle tariffe per la revisione dei veicoli a motore e i rimorchi. Un’iniziativa che, ovviamente, coinvolge anche i veicoli storici.

Una tantum. Il contributo potrà essere richiesto per le revisioni effettuate a partire dal primo novembre 2021, giorno in cui è entrato in vigore l’aumento tariffario, e per i tre anni successivi. Il “buono” viene concesso ai proprietari per un solo veicolo e per una sola volta.

Come ottenere il rimborso. Per presentare la domanda i cittadini devono accedere alla piattaforma attraverso l’identità digitale Spid, oppure la Carta d’identità elettronica (CIE) o la Carta nazionale dei servizi (CNS), compilare il modello disponibile sulla piattaforma e allegare la copia dell’attestazione dell’avvenuto pagamento della revisione.
Il rimborso arriverà direttamente sul conto corrente che viene indicato dal contribuente. Tutti i riferimenti sono consultabili sul sito del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile a questolink.

Condividi

Bacheca

COMMENTI