Eventi / News
10 novembre 2011 | di Redazione Ruoteclassiche

CAMPIONI NELLA POLVERE

Sì, il "Legend" è sempre il "Legend". La manifestazione, disputatasi dal 6 al 9 ottobre a San Marino, ha avuto un elenco d'iscritti strepitoso, composto da tanti campioni del Mondiale rally, ma anche da una folla di protagonisti di vertice nella storia dei rally italiani, tutti al volante di blasonate regine a quattro ruote. A fare da corollario, una miriade d'iniziative anche all'interno del Rally Village, la grande e funzionale struttura allestita per l'occasione e cuore pulsante dell'evento anche quando hanno taciuto i motori.

E il Rallylegend, ancora una volta, è riuscito a stupire con una conclusione spettacolare: una ventina di Lancia "Stratos" da corsa ha infatti dato vita allo Stratos Anniversary, il concorso di eleganza statico e dinamico per celebrare i quarant'anni di quella che è stata la "Regina dei rally". A portare in passerella in una prova speciale le splendide "Stratos" ci hanno pensato piloti del calibro di Sandro Munari, Tony Fassina, Adartico Vudafieri che hanno contribuito a rendere leggendario questo modello. Quanto alla cronaca, invece, Juha Kankkunen con Matti Janhunen, finlandesi, al volante della Toyota "Celica ST 185", hanno dominato e vinto il 9° Rallylegend, mentre Luca Pedersoli e Dino Maggioni, a bordo di una Peugeot "206 WRC" Magneti Marelli si sono aggiudicati il Trofeo World Rally Car.

Spettacolo ad altissimo livello, poi, nella categoria Legend Star, nella quale numerosi assi del passato si sono dati battaglia a bordo di un selezionato gruppo di "storiche" da rally: Hannu Mikkola (Audi "Quattro A2"), Harri Toivonen (Opel "Manta 400"), Jacky Ickx (Porsche "911" Dakar), Miki Biasion (Lancia "037"), Per Eklund (Volkswagen "Golf"), tanto per citarne alcuni. "Un altro grande Rallylegend" è stato il commento unanime di partecipanti e pubblico alla fine della kermesse sanmarinese, seguita da Ruoteclassiche in diretta e in esclusiva attraverso un suo inviato d'eccezione: Emanuele Sanfront, collega di Quattroruote e grande rallista degli anni 70.

Condividi
COMMENTI