Cassino rende omaggio alla Giulia - Ruoteclassiche
Cerca
Eventi / News
10/10/2016 | di Redazione Ruoteclassiche
Cassino rende omaggio alla Giulia
Nelle giornate del 23-24 settembre, lo stabilimento di Cassino (FR) ha ospitato due eventi distinti, che hanno però avuto un identico comune denominatore: l'Alfa Romeo Giulia, un'icona che ancora oggi scalda la passione del popolo degli alfisti. In programma c'era una visita agli impianti produttivi e un "Family Day" che ha richiamato oltre 16.000 persone...
10/10/2016 | di Redazione Ruoteclassiche

Nelle giornate del 23-24 settembre, lo stabilimento di Cassino (FR) ha ospitato due eventi distinti, che hanno però avuto un identico comune denominatore: l'Alfa Romeo Giulia, un'icona che ancora oggi  scalda la passione del popolo degli alfisti. A distanza di quasi sessant'anni dalla prima Giulia prodotta, ancora oggi Cassino si pone come testimone della storia Alfa Romeo e di un'emozione mai sospita per uno dei suoi modelli più conosciuti e apprezzati nel mondo.

Per l'occasione, il Registro Italiano Giulia e il Cassino Classic Car si sono dati appuntamento per una visita guidata dello stabilimento, esempio di professionalità, modernità e innovazione da sempre fulcro dei prodotti del Biscione. Le auto dei partecipanti sono state esposte al pubblico (30 vetture) lungo i viali dell’impianto produttivo in occasione del “Family Day”, che ha coinvolto circa 16.000 persone. Un successo transgenerazionale, merito non solo degli organizzatori ma anche del “Cassino Plant” e di “FCA Heritage”.

COMMENTI
In edicola
Segui la passione
Maggio 2024
In copertina sul numero di maggio di Ruoteclassiche un Maggiolino Cabriolet molto particolare. Si tratta di una rarissima versione dotata del kit Okrasa, che la rende davvero molto vivace. Poi il ricordo di Ayrton Senna a 30 anni dalla scomparsa, la Mercedes 190 E 2.3-16, l'Alfa Romeo 6C 2500 Sport carrozzata Turinga, l'intervista al collaudatore delle Lamborghini Valentino Balboni e il Test a test fra due affascinanti coupé come la BMW 3.0 CSL e la Jaguar XJC 4.2
Scopri di più >