News
09 febbraio 2016 | di Redazione Ruoteclassiche

Classiche senza pilota: così un video diventa (quasi) virale

Oltre 6500 visualizzazioni in pochi giorni su youtube per un corto che vede icone classiche che recitano senza pilota. Un segno di come le auto storiche possano continuare a vivere e raccontarsi anche con i nuovi strumenti di comunicazione.

La convergenza multimediale unita a campagne social e auto classiche in veste di attrici regalano agli appassionati un video d'autore ambientato a Londra. Dietro l'iniziativa, bene chiarirlo subito, un conosciuto operatore del settore con oltre 40 anni di storia: Hexagon, che ha pensato di utilizzare il breve corto per lanciare il proprio rinnovato punto vendita, riferimento per appassionati alla ricerca di auto classiche oltre che concessionario Lotus.

Sono proprio le classiche del garage londinese a recitare nel video: 1 minuto e 34 secondi di girato in alta definizione con una varietà di colori e forme metalliche che passa dal cinquino bianco, che vince il premio simpatia, all'Aston Martin DB4 Zagato, alla Jaguar E type e alla Ferrari 250 California spider. Le auto sono tirate a lucido ma nel video si vedono più  che altro in giochi di chiaroscuro,  i toni sono dark e aumentano il mistero della guida senza pilota. Spazio anche per le youngtimer, nell'unico passaggio con presenza umana, femminile e alla guida di una Porsche 993 che si confronta con una Porsche 356 Speedster.  Londra si riconosce per le atmosfere e per chi avesse ancora qualche dubbio basta il frame dorato con la Victoria Memorial, costruita nel 1911 e quindi qualche anno prima delle auto protagoniste.

A giudicare dalle 5000 visualizzazioni su youtube in pochi giorni, l'argomento tira e la strategia di comunicazione sta funzionando. Del resto anche nel mondo delle classiche tra profili twitter di collezionisti, account delle Case d'asta e così via è un fiorire di comunicazione finalizzata a parlare direttamente agli appassionati. Qui si nota molta cura nel lavoro di postproduzione per reggere la scelta narrativa di rendere solo le auto protagoniste: sono loro e i loro volanti che girano da soli a muoversi per le vie con il loro suono inconfondibile, le luci e gli interni illuminati. Così distanti da quelli delle auto contemporanee eppure sembrano strizzare l'occhio agli scenari della guida senza pilota tanto voluta da Google.

L'idea del dealer d'Oltremanica per promuovee la propria attività di fatto avvicina la comunicazione delle storiche a quella dell'arte. Protagoniste sono loro, le loro forme e la loro inconfondibile carrozzeria, con i fari anteriori e fanali posteriori accesi che le rendono da subito riconoscibili. Il video ricorda, per taglio e cura, anche alcune intro di famosi videogame, come quelli della serie Gran Turismo.

Ma quello che conta è che oggi, grazie a costi e tecnologie sempre più accessibili, unite al potenziale di comunicazione di social network e web, realizzare video come questi ha molto più senso: un tempo rimanevano confinati a proiezioni private, magari per i clienti, o invecchiando sugli scaffali. Oggi sono visibili e condivisibili in tutto il mondo con un clic. E poiché  la comunicazione sta evolvendo sempre più verso immagini e video potete giurarci che, nel tempo, si vedrannno video così curati sempre più spesso.

https://www.youtube.com/watch?v=gpx3DUkDMp8

Luca Pezzoni

Condividi
COMMENTI