Coppa della Perugina, si riparte! - Ruoteclassiche
Regolarità
21 June 2021 | di Nanni Cifarelli

Coppa della Perugina, si riparte!

Oltre settanta auto storiche hanno partecipato alla manifestazione del Camep (Club Auto e Moto d'Epoca Perugino). Sullo sfondo di incantevoli paesaggi sull’asse Perugia-Foligno la sfilata di auto storiche ha catturato l’interesse di tutti. Hanno vinto una Mini Cooper ed una Ford A Roadster.

La parola d’ordine era “Ricominciare” è così è stato. La Coppa della Perugina, inserita nel Circuito Tricolore di Asi, dopo le lunghe sofferenze dei mesi scorsi si è rimessa in moto confezionando una manifestazione gradita da tutti i partecipanti con lo scopo dichiarato di presentare una interessante e accattivante cartolina della terra ospitante, l’Umbria, ma soprattutto con l’intento di dare un segnale forte e convinto di ripresa. E il Camep ci è riuscito.

Il programma. Con partenza dalla Concessionaria De Poi di Ellera di Corciano, alle porte di Perugia, le auto storiche venerdì pomeriggio 18 giugno dopo un breve tour hanno raggiunto l’Autodromo di Magione per un primo confronto con il cronometro e per divertirsi, emulando i campioni a due e quattro ruote, in pista. Quindi la carovana storica, un vero museo viaggiante a cielo aperto, ha raggiunto la Cantina Pucciarella per una gradita sosta relax in compagnia di ottime bollicine. La giornata si è conclusa con la cena ospitata Al Battibecco. Sabato si è puntato verso Foligno dove ad attendere le vecchie glorie c’era una folla di appassionati e curiosi. Piazza della Repubblica, per una giornata, si è tuffata nel passato motoristico catturando l’attenzione dell’intera popolazione con in testa il Sindaco, entusiasta di tale spettacolo. Nel pomeriggio, dopo un apprezzato pranzo nelle Taverne dei Rioni, trasferimento a Perugia prima al Barton Park e poi in Corso Vannucci per il tradizionale appuntamento. Anche se, per ordinanze Covid, non è stato possibile offrire il solito spettacolo, le auto storiche hanno elegantemente sfilato per l’affollato Corso, catturando anche in questa circostanza applausi, interesse e curiosità. Cena di gala alla Posta dei Donini con dimostrazione dei Maestri della Scuola del Cioccolato Perugina. Domenica, giornata conclusiva, dopo la visita allo stabilimento Nestlè le auto storiche hanno affrontato il vecchio circuito della Coppa della Perugina per spegnere definitivamente motori e cronometri all’ex Villa Buitoni cha ha ospitato la ricca premiazione e il pranzo di commiato.

Parco macchine. Come da tradizione il parco vetture è stato di primissimo ordine. La più anziana, con sulle spalle oltre un secolo di vita, è stata una Fiat 501 Corsa del 1920 e poi Alfa Romeo 6C 2300 B, Fiat 521, Alfa Romeo 2300 GT, Fiat 514 Torpedo, Lancia Artena Torpedo del 1934, Fiat 503 Sport, tanto per citare alcune anteguerra. Non poteva mancare, nel suo sessantesimo compleanno, una Jaguar E Type; da menzionare sicuramente anche una Alfa Romeo 6C 2500 SS, e una Jaguar XK 140 SE FHC, tanto per ricordarne alcune.

Gara nella gara Domenica mattina dopo un’esposizione presso lo stabilimento Nestlè, ulteriore impegno per le auto storiche più datate che si sono affrontate su altri tratti cronometrati per dare vita ad una gara nella gara, “Rievocazione storica Coppa della Perugina” in ricordo della gara di velocità disputata dal 1924 al 1927. Sui pressostati della regolarità ha prevalso una Ford A Roadster Deluxe dell’equipaggio Fioravanti-Croce. Al secondo posto una Fiat 503 Sport di Battista-Scalone mentre sul gradino più basso del podio è salita una Ford A Torpedo di Calvani-Degl’Innocenti.

Top ten assoluta: 1°Portoghese -Rubinie su Mini Cooper 306,16, 2° Alessandrelli-Alessandrelli su MG TD 404,32, 3° Cicoria-Pispola su Austin Healey Sprite 449,6, 4° Valentini-Valentini su Fiat 600 Cisitalia 452,4, 5° Fratticioli-Fratticioli su Triumph TR3 480,42, 6° Donatone-Donatone su Triumph TR3 510,25, 7° Paciotti-Cacioppolini su Alfa Romeo Giulia 570,9, 8° Corti-Petrina su Alfa Romeo 1900 C 589,76, 9° Graziani-Alù Saffi su Porsche 356A612,15, 10° Tamburini-Iazzetta su Alfa Romeo 1600 spider 620,84.

Condividi
COMMENTI