Coppa d’oro delle Dolomiti: domani parte l’edizione 2021 - Ruoteclassiche
Regolarità
15 July 2021 | di Andrea Zaliani

Coppa d’oro delle Dolomiti: domani parte l’edizione 2021

La celebre gara di regolarità classica prenderà ufficialmente il via domani, con partenza dall’incantevole Cortina d’Ampezzo. Molti gli equipaggi iscritti, pronti a vivere una manifestazione di due giorni all’insegna della passione, immersi in località incantevoli

Proprio in questi frangenti fervono gli ultimi preparativi per la Coppa d’oro delle Dolomiti. Venerdì e sabato i partecipanti si metteranno alla prova su un originale percorso, attraversando alcuni dei paesaggi più suggestivi delle dolomiti, per una percorrenza complessiva di circa 506 Km. In qualità di prova ufficiale del Campionato Italiano Grandi Eventi Aci Sport, la gara consente l’iscrizione ai soli veicoli prodotti sino al 1971. Tuttavia, l’emozione della competizione apre a due ulteriori classifiche separate: Coppa d’Oro Legend, per vetture prodotte dal 1972 al 1990, e Tributo Coppa d’Oro delle Dolomiti, dedicata ad auto di pregio prodotte a partire dal 1991. Ad attendere i piloti 92 prove cronometrate, affiancate da 7 prove di media.

Vetture meravigliose. L’ampia adesione alla Coppa d’Oro conferma l’apprezzamento della manifestazione. A dispetto delle molteplici criticità, generate dalla difficoltà di spostarsi in questo delicato momento, gli equipaggi iscritti arrivano da mezza Europa. Altissimo il livello delle vetture, sia per importanza storica sia per ricercatezza ed esclusività. Fanno parte di quest’ultime capolavori nostrani come la Lancia Lambda Casaro del 1927, la Fiat 514 Mille Miglia del 1930, la Fiat Balilla Coppa d’Oro del 1934, o le Alfa Romeo 6c1750 e 1750ss, entrambe del 1929. Non da meno la Bentley 3.5 Tourer del 1934 e le diverse Porsche Speedster in gara.

Un premio all’eleganza. In chiusura dell’evento, nella mattinata di domenica, prima della premiazione ospitata dal Miramonti Majestic Grand Hotel, il Tour dei Sestieri di Cortina accoglierà chiunque non sia ancora pago di competizione, in una prova cronometrata fuori dalle classifiche. Dopo il successo dell’edizione 2019, che ha visto il trionfo di una splendida Osca MT4 Frua del 1952, gli equipaggi iscritti alla Coppa d’Oro delle Dolomiti, potranno nuovamente partecipare con la propria auto anche al Concorso di Eleganza. Una giuria di esperti valuterà le auto, che verranno premiate anch’esse durante la cerimonia finale.

Condividi
COMMENTI