Club / News
02 agosto 2012 | di Redazione Ruoteclassiche

DOMINIO FERRARI, POI TUTTE PORSCHE

Una trentina di equipaggi, in prevalenza stranieri, ha dato vita dal 22 al 26 giugno all'undicesima edizione della Modena Cento Ore Classic, gara di velocità e regolarità in pista e su strada organizzata dalla Scuderia Tricolore di Reggio Emilia. La manifestazione si avvale di una formula unica nel suo genere: è infatti una gara di velocità che abbina numerose prove speciali in montagna su strada chiusa con prove in pista e partenza in griglia (sono in tutto 11), seguita da una competizione di regolarità lungo lo stesso percorso. Il tutto condito con l'immancabile dose di cultura, turismo e, perché no, buona cucina. La classifica della velocità è stata dominata dall'equipaggio reggiano Masselli- Valmassoi, che su Ferrari "308 GTB" Gruppo 4 (foto sotto), hanno vinto tutte le prove su strada e in circuito; seconda piazza per Wunderlinch-Kristek, su Porsche "911 2.3 ST", davanti a Joy-Konig, su Porsche "2.7 RSL". Nella sezione regolarità, vittoria di Bortolotti- Bortolotti, su Porsche "911 2.4 S Targa" (foto a destra), che hanno preceduto, nell'ordine, Linwood-Linwood (Porsche "911 2.2 S") e Barbieri-Ovi (Alfa Romeo "Giulia TZ"). La Coppa delle Dame è andata invece all'equipaggio n. 38 composto da Walduck-MacLeod, su Shelby "Cobra 289 MK II" (foto in basso, a destra). Nessuna coppa però: l'organizzazione hainfatti deciso di devolvere il budget dei premi in aiuti per i terremotati, sostituendo le tradizionali coppe in argento con più sobri diplomi e gradite "magnum" di lambrusco e spumante. Per le classifiche complete: www.modenacentooreclassic.it

Condividi
COMMENTI