Due mostre del Mauto a Torino e Milano - Ruoteclassiche
Eventi
21 November 2022 | di Lorenzo Stocco Gastaldi

Due mostre del Mauto a Torino e Milano

Cinquant’anni fa il MoMA, Museo d’Arte Moderna di New York, decideva di inserire nella sua collezione permanente anche un’automobile: la Cisitalia 202. Oggi due mostre speculari, organizzate dal Mauto, a Torino e Milano ripercorrono il rapporto tra design automobilistico e industriale.

Il Mauto, Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, aprirà al pubblico due mostre, una a Milano dal 24 novembre e una a Torino dal 29 novembre. Il filo rosso del doppio appuntamento è il legame tra il design automobilistico e industriale, due mondi in cui forma e funzione sono spesso reciprocamente l’uno legato all’altro.

Come al MoMA. Nel 1951, per la prima volta, sette vetture varcavano la soglia di un tempio dell’arte, il MoMA, il Museo d’Arte Moderna di New York. La più famosa di quelle, la Cisitalia 202, è ancora lì. Nata nel 1946 a Torino, era una berlinetta dalla linea sportiva ed essenziale. Così lontana dalle auto coeve, soprattutto d’Oltreoceano, la piccola vettura italiana apriva la strada allo stile moderno. Sotto la carrozzeria celava, per la prima volta nel mondo automobilistico, un telaio tubolare di derivazione aeronautica. Il piccolo motore quattro cilindri di appena 1089 cc e 55 CV era sufficiente, grazie alla notevole leggerezza, per spingerla fino ai 160 orari. Il disegno di Savonuzzi stupisce ancora oggi per grazia ed eleganza, caratteristica che le ha permesso di fregiarsi dell’appellativo di “scultura in movimento” e di essere definita come prima granturismo italiana del dopoguerra. A Milano, da giovedì 24 novembre 2022 a domenica 8 gennaio 2023, una Cisitalia 202 rossa, identica a quella nella collezione del MoMA, sarà esposta all’ ADI Design Museum, nella galleria del Compasso d’Oro, in un allestimento che rievoca il MoMA degli anni 70.

I grandi nomi. Nella sede del Mauto a Torino poi, da martedì 29 novembre 2022 a domenica 26 febbraio 2023, sarà raccolta, per la prima volta, una selezione di opere dei massimi stilisti dell’automobile, quando hanno esplorato ambiti diversi dalle quattro ruote. Il percorso si compone di dieci isole espositive, ciascuna dedicata a un car designer: Franco Scaglione, Rodolfo Bonetto, Pio Manzù, Paolo Martin, Giovanni Savonuzzi, Tom Tjaarda, Giorgetto Giugiaro, Walter De Silva, Pininfarina e Italdesign. Poi opere dei maestri Achille Castiglioni, Marco Zanuso, Toshiyuki Kita, Ron Arad e Peter Raacke correlate in vario modo al design automobilistico. Concludendo la visita si potranno ammirare cinque vetture premiate con il Compasso d’Oro.

Il convegno. Martedì 29 novembre, la mostra al Mauto apre con il convegno “Milano-Torino tra design e car design” dalle 10.30 alle 12.30 in Auditorium. Interverranno: Giosuè Boetto Cohen, curatore, Benedetto Camerana, Presidente Mauto; Luciano Galimberti, Presidente ADI; Sara Fortunati, Direttrice del Circolo del Design; Giorgetto Giugiaro; Roberto Giolito, alla testa del dipartimento Heritage di Stellantis; Kevin Rice, direttore del reparto creativo di Pininfarina; Paolo Peruccio, Politecnico di Torino; Matteo Olivetti (Fondazione Olivetti).

Condividi

Bacheca

COMMENTI