News / Regolarità
10 febbraio 2005 | di Redazione Ruoteclassiche

FATTO APPOSTA PER LE SPORT

Solo quaranta vetture, ma tutte Sport prodotte fra il 1940 e il 1970. Queste, e non poteva essere altrimenti, le auto ammesse alla rievocazione della gara toscana, disputata 17 volte fra il 1920 (vittoria di Giuseppe Campari su Alfa Romeo) e il 1970 (primo Arturo Merzario, Abarth "2000", alla media di 132 km/h).

Oggi non è più possibile scatenare i cavalli lungo i 66 km del circuito stradale (per questo c'è l'autodromo), pertanto si è passati alla formula regolaristica. Il successo è andato a Fontanella-Malta, su Porsche "356" del 1955, davanti ai fiorentini Menichetti-Sannitu, Alfa Romeo "Giulia Sprint" del 1964, e De Rita-De Vecchis, MG "B".

Condividi
COMMENTI