News
01 aprile 2003 | di Redazione Ruoteclassiche

FERRRARI, CHE UOMO!

In abbinamento facoltativo a "Ruoteclassiche" di marzo i lettori hanno trovato in edicola (al prezzo complessivo di dieci euro) il volume "Enzo Ferrari: la vita raccontata a fumetti", una pubblicazione che ripercorre la storia del "Drake" attraverso stupende tavole illustrate. Quarantotto pagine, tutte a colori, rilegate in una bella copertina cartonata.

Il tema, ovviamente, è lo stesso del film andato in ondapoco tempo fasu Canale 5; lo svolgimento, però, è diverso, sia nella forma sia nella sostanza.

Il raccontoa fumetti segue un percorso più tradizionale, senza entrare più di tanto nel privato. La vita amorosa di Ferrari, le sue tragedie familiari, i drammi sportivi e le accuse di spietatezza che gli furono rivolte, nucleo centrale della rievocazione televisiva, qui sono appena sfumati. All'interno della rivista (pagina 9), il lettore troverà, tuttavia, un breve approfondimento anche su questi temi scabrosi.

Si tratta di unadichiarazione ripresa da un'interessante intervista, a pochi nota, rilasciata da Ferrari a Nino Nutrizio, allora direttore del quotidiano "La Notte". Il "Drake", come nel film, fa il consuntivo della sua vita, spiegando il perché dei suoi comportamenti. La sua risposta suona, però, del tutto opposta a quella che Ferrari-Castellito dà al giornalista che lo intervista sul piccolo schermo: "Io sono un egoista e non lo nascondo. Hanno detto e scritto di me molte cose. Ma tutto quello che ho fatto si ricollega al soddisfacimento del mio egoismo. Mi sono ripetutamente interrogato, per essere certo che ciò non fosse di danno a chi mi circondava. Quando mi sono reso conto che la mia attività procurava benessere a coloro che con me dividevano ansie, fatiche e rischi, ho avuto la più ampia giustificazione al mio egoismo. Se poi ripenso alla gioia esaltante che le vittorie delle mie macchine hanno dato agli italiani sparsi nel mondo, a coloro che per necessità di vita sono stati costretti a scegliersi una seconda patria, allora non solo mi sono giustificato, ma ho sentito che ero ripagato a usura di tutti i dispiaceri, le amarezze e le avversità".

Egoista pentito è, invece, il Ferrari che è apparso nel film per la TV di Canale 5. Storico e tradizionale il Ferrari in "la sua vita raccontata a fumetti" di "Ruoteclassiche", che ha cercato di fare una ricostruzione più scrupolosa, anche se semplificata, della sua vita. Il confronto con il film renderà comunque più interessante la lettura di questa pubblicazione che si candida, nel frattempo, per la sua unicità, a diventare un pezzo da collezione da non perdere.

Per ricevere il volume, gli abbonati dovranno effettuareun versamento di 4,50 euro sul conto corrente postale n° 668202 intestato a Editoriale Domus, via Gianni Mazzocchi 1/3, 20089 Rozzano (MI), indicando nome, cognome, indirizzo e specificandonella causale di versamento "La vita a fumetti di Enzo Ferrari".

Condividi
COMMENTI