News
27 novembre 2018 | di Redazione Ruoteclassiche

Furto alla Mille Miglia 2018, arrestati i colpevoli

Ve la ricordate? Era stata rubata nottetempo a maggio, gettando scompiglio tra i collezionisti.

Un furto che destò scalpore. Dell’Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet del 1942 ancora non c’è traccia: il suo proprietario, il collezionista olandese Jeroen Branderhorst, potrebbe comunque rivederla abbastanza presto dal momento che la Questura di Brescia ha proceduto all’arresto degli autori del furto avvenuto alla vigilia dell’ultima Mille Miglia all’esterno di un hotel alla periferia di Brescia.

Rubata per errore? Ieri infatti gli agenti della Squadra Mobile di Brescia hanno arrestato tre persone nomadi appartenenti alla stessa famiglia: marito e moglie rispettivamente di 47 e 39 anni oltre al figlio diciannovenne. Con loro, durante il furto, c’era anche la bambina di 7 anni (che veniva usata come "palo") che è stata affidata a una comunità dal Tribunale dei Minori di Brescia. Proprio l’arresto della "banda", già autrice di diversi furti d’auto sul Garda nei mesi scorsi, dovrebbe poter portare anche al ritrovamento della vettura che potrebbe anche essere stata rubata per errore: a quanto pare infatti esiste la possibilità che l’obiettivo del furto fosse il carrello del collezionista olandese e non il gioiello da quasi 700mila euro contenuto al suo interno.

Invendibile. Proprio l’unicità dell’automobile la renderebbe infatti improponibile a qualsiasi livello del mercato più o meno legale. Un oggetto di grande valore ma divenuto inservibile dal momento che è stato oggetto del furto d’auto d’epoca più celebre degli ultimi anni. Per arrivare agli autori del colpo gli inquirenti hanno analizzato in modo certosino le immagini dei varchi autostradali intercettando il carrello contente la macchina all’ingresso di Brescia Ovest in piena notte e poco dopo all’uscita da Pontevico, dopo aver percorso una cinquantina di chilometri. Questo potrebbe restringere notevolmente il campo delle ricerche nel territorio compreso tra le province di Brescia, Cremona e Mantova.

E in Olanda c'è chi incrocia le dita. Nel frattempo in Olanda c’è chi spera di poter finalmente riavere la sua Alfa Romeo 6C 2500 in garage: pronta, magari, per la prossima edizione della Freccia Rossa.

Daniele Bonetti

Condividi
COMMENTI