Regolarità
08 aprile 2018 | di Carlo Di Giusto

[Gareclassiche] Cinque domande sul Franciacorta Historic 2018

Si è appena conclusa l’undicesima edizione del Franciacorta Historic, la gara di regolarità classica a calendario ACI Sport, organizzata da Vecars e valevole per ilCriterium Bresciano Regolarità 2018.

Dove si è disputata?
L’appuntamento era a Corte Franca, in provincia di Brescia, a due passi dal lago d’Iseo; da lì, i concorrenti hanno seguito un percorso di 130 chilometri nel cuore della Franciacorta costellato da più di 50 prove cronometrate.

E che tipodi gara è stata?
Il Franciacorta Historic si distingue per essere un evento con poche ore di guida, con pochi chilometri, ma con un ritmo di gara serratissimo, praticamente senza tempi morti. Così, anche quest'anno, l'organizzazione, la Vecars, ha allestito passaggi “da conoscitori” della specialità (quali sono i Vesco, peraltro), studiati per essere impegnativi e divertenti allo stesso tempo.

Chi ha vinto?
Edoardo Bellini e Roberto Tiberti della scuderia Franciacorta Motori, su una Fiat 508 C del 1938, si sono imposti per il terzo anno consecutivo! Quest'anno hanno battuto i loro compagni di squadra, Alberto Aliverti e Stefano Cadei (Fiat 508 C del 1937), per appena due penalità... Andrea Belometti e Doriano Vavassori della Loro Piana Classic Car Team si sono classificati terzi assoluti sulla loro Lancia Lambda 221 Spider Casaro del 1929. La Franciacorta Motori, infine, s'è imposta nella classifica riservata ai team. Tra i 110 concorrenti al via, anche la portacolori di Ruoteclassiche, Himara Bottini, che si è classificata prima, con Rosemary Boscardin, tra gli equipaggi femminili. Scarica la classifica generale.

E l'ospitalità?
Nonostante la manifestazione durasse un solo giorno, l'organizzazione ha riservato una grande attenzione per i dettagli: la location di partenza e arrivo, l'Agriturismo Solive di Nigoline, era fantastica e dal ristorantedi metà percorso, ilRelais i Due Roccolidi Iseo dov'è stato offertounbuffet di alta qualità, c'era una vista stupenda sul lago. Cibo ottimo e tanto... "bollicine"(a fine gara, ovviamente).

Perché era importante esserci?
Intanto, perché qui c'erano diverse automobili già iscritte alla Mille Miglia 2018: tecnicamente, il Franciacorta Historic è un ottimo banco di prova per gli equipaggi che disputeranno la Mille Miglia in maggio.Oltretutto, è un'occasione per vedere da vicino automobili straordinarie: qui c'erano più di una ventina di macchine anteguerra, per dire... E poi valeva la pena esserci per i posti attraversati, con strade tutte da guidare in un'atmosfera elegante e rilassata.

Condividi
COMMENTI