News
20 marzo 2014 | di Redazione Ruoteclassiche

Giro di Sicilia, la rievocazione a giugno

Polvere, percorsi accidentati, caldo e fatica. Erano gli ostacoli che mettevano alla prova i piloti sulle strade assolate della Sicilia, dove sono state scritte alcune delle pagine più belle della storia dell’automobilismo sportivo. Uno degli eventi motoristici più importanti era il Giro di Sicilia, gara di velocità che dal 1912 al 1957, anno dell’ultima edizione, ha visto sfidarsi campioni come Biondetti, Villoresi, Taruffi e Marzotto.

Per rievocare quelle imprese prenderà il via anche quest’anno il XXIV Giro di Sicilia, gara di regolarità per auto storiche organizzata da Alte Sfere in collaborazione con il Veteran Car Club Panormus. Dal 5 all’8 giugno, una carovana di vetture d’epoca partirà da Palermo e attraverserà l’isola, seguendo un percorso di oltre 800 chilometri, diviso in tre tappe, lungo il quale saranno disseminate decine di prove cronometrate.

Non solo: alla fine del tour, che si concluderà sabato 7 giugno a Santa Flavia, i partecipanti si sfideranno anche in un’altra competizione, “La Sicilia dei Florio”, che andrà in scena domenica 8 giugno sul celebre circuito delle Madonie, teatro della Targa Florio, e che avrà una classifica dedicata. Ma il Giro di Sicilia non vuole essere solamente una gara: i luoghi che tocca, da Taormina a Mazara del Vallo, da Cefalù alla salita verso l’Etna, le danno anche un’anima turistica, che regalerà ai concorrenti scorci unici.

La manifestazione è riservata alle vetture costruite entro il 1970 con certificazione Asi-Fiva, ma l’organizzatore accetterà anche macchine costruite in epoca successiva, purché di particolare interesse storico-collezionistico. Le iscrizioni resteranno aperte fino al 30 aprile. www.girodisicilia.it

Condividi
COMMENTI