Regolarità
07 February 2021 | di Giancarlo Gnepo Kla

Gli Scapolo conquistano Coppa Giulietta&Romeo 2021

La Coppa Giulietta&Romeo organizzata dall'Automobile Club Verona ha inaugurato il Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche 2021. L’edizione di quest’anno ha visto la vittoria di Alberto e Giuseppe Scapolo a bordo di uno Fiat 508 che ieri, sabato 6 febbraio, hanno reso onore ai colori della Scuderia Nettuno Bologna.

I due Scapolo sono partiti venerdì 5 febbraio con il numero uno, cifra che si è rivelata di buon auspicio per i regolaristi: con 212,35 penalità, si sono aggiudicati anche il 2° Raggruppamento. L’equipaggio ha condotto una gara perfetta e conquistando pure il Trofeo Nicolis, hanno inaugurato nel migliore dei modi la loro stagione nel campionato Cireas (Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche). Questo premio, ottenuto dalla classifica senza coefficienti, permetterà agli Scapolo di avere il proprio nome sull'esclusivo trofeo, conservato nel Museo Nicolis di Villafranca.
Al secondo posto, un’altra Fiat 508C, quella di Roberto Crugnola e Marco Vida; seguono Marco Vida Guido Barcella e Ombretta Ghidotti, che hanno completato il podio con la bella Porsche 356C dell'A.M.A.M.S. Tazio Nuvolari e conquistato il 4° Raggruppamento.

Responsabilità e fairplay. La Coppa Giulietta&Romeo 2021, organizzata dall'Automobile Club Verona in collaborazione con A.C. Verona Historic, ACI Verona Sport e ACI Storico, è stata una gara stata intensissima: una sfida che è stata giocata a colpi di pressostato su tutte e 64 le prove cronometrate e che ha visto distacchi cortissimi a fronte parterre di assoluto livello. Tra gli equipaggi “che giocavano in casa”, spiccano i veronesi Paolo Salvetti e Bruno Spozio che con la loro Autobianchi A112 Abarth 58HP hanno portato in vetta i colori della Scuderia Classic Team nella classifica dedicata, ponendosi davanti alle scuderie Brescia Corse e Nettuno Bologna.
La manifestazione si è svolta nel pieno rispetto dei protocolli anticontagio e la partecipazione dei piloti e dello staff è stata attenta e responsabile. Adriano Baso, Presidente dell'Automobile Club Verona ha dichiarato: “Abbiamo avuto grande soddisfazione, dapprima per i numeri che abbiamo registrato e, non da meno, per il successo raccolto al termine della corsa” e continua: “Tutto ha girato alla perfezione, abbiamo attraversato incantevoli scenari, la sfida sportiva ci ha fatto onore e abbiamo ricevuto commenti entusiasti. Un grazie sincero ai nostri partners, alle amministrazioni comunali, in primis quella di Bardolino, allo staff dell’organizzazione A.C. Verona Historic e ACI Verona sport ed ovviamente ai concorrenti che hanno voluto esserci”.

Le dame del volante. Cinque gli equipaggi femminili in gara, con la “Corsa delle dame” vinta dall’equipaggio numero 42: Gabriella Scarioni e Ornella Pietropaolo, a bordo di una Austin Mini HLE nei colori della Nettuno Bologna. In seconda posizione, Federica Bignetti e Luisa Ciatti su Alfa Romeo Giulietta Spider Veloce Club del Motori Storici Lumezzane; al terzo posto, Rossella Torri e Giovanna Ruffini su Mini Cooper MKII.
Riflettori puntati sui più giovani nel “Trofeo Digitechtiming”, dedicato agli equipaggi under 30: Roberto e Andrea Paradisi conquistano il gradino più alto del podio con una Fiat 127, portando a casa un Cronometro BorinoS: un prodotto di altissima qualità, perfetto per prendere confidenza con il mondo della regolarità. Al secondo posto, Andrea Ronzoni e Greta Personeni a bordo di una Fiat 1100/103 TV della Scuderia Club Orobico Bergamo Corse. Terzo posto per Nicolò Mion e Alessandra Baldovino su Fiat Campagnola AR59, che potranno usufruire di uno sconto del 20% per l'acquisto di un cronometro Borino S.

Gli altri Raggruppamenti. I “decani” Roversi e Bellini a bordo di una Fiat 1100 (Scuderia Brescia Corse) si sono aggiudicati il 3° Raggruppamento, mentre l’equipaggio Bertoli-Gamba si è aggiudicato il 5° con una Lancia Fulvia Coupè (Franciacorta Motori). Il 6° Raggruppamento è andato a Seneci e Bonera su Innocenti Mini Cooper Export (Scuderia Brescia Corse). Giacoppo e Randon con la Autobianchi A112 Abarth 70HP (Team Bassano) conquistano il 7°, mentre l'8° va a Patron e Steve su Renault 5 Turbo (Scuderia Classic Team). Infine, il 9° Raggruppamento se l’è aggiudicato l’equipaggio Malucelli-Bernuzzi a bordo della Fiat Duna 70 (Franciacorta Motori).
Tra le vetture “moderne”, in prima posizione Giacomo Corbellini su Fiat Cinquecento; seguono Fabio Vergamini e Anna Maria Fabrizi su Ferrari 488 GTB, al secondo posto e, in terza posizione, Giorgio Sartori e Morena Tartali su Mini RE31 2005 (A.C. Verona Historic).

Un benchmark nella regolarità. Il Direttore Riccardo Cuomo ha aggiunto: “Obiettivamente è stato un evento molto impegnativo , che ha coordinato il gruppo di lavoro nei lunghi mesi di organizzazione, sia per la situazione che stiamo attraversando sia per l'importante numero dei partecipanti”, e conclude: “L'obiettivo era rispettare le regole e consentire a tutti di disputare una gara regolare e piacevole e così è stato. Abbiamo raccolto come di consueto tutte le impressioni a caldo dai concorrenti, con tanti complimenti e qualche suggerimento per migliorare. La Coppa Giulietta&Romeo sta diventando un riferimento per la specialità e ne siamo molto orgogliosi”.

Condividi
COMMENTI