Eventi / News / Personaggi
29 giugno 2017 | di Redazione Ruoteclassiche

Goodwood Festival of Speed, weekend a tutta potenza!

Quest'anno al Goodwood “Festival of Speed” non ci sarà una scultura monumentale dedicata a una marca automobilistica: l'opera simbolo della 25esima edizione, che si terrà il prossimo weekend (dal 30 giugno al 2 luglio), renderà omaggio per la prima volta a una persona, Bernie Ecclestone, e al suo contributo al motorismo negli ultimi sessant'anni. L'imprenditore ed ex pilota britannico, presidente onorario della Formula 1, sarà celebrato al centro dell'immensa tenuta nel Sud dell'Inghilterra, per tre giorni teatro del più grande raduno al mondo di auto e moto tra le più desiderate in assoluto.

Il tema 2017 del Festival, "Punte massime di performance" (“Peaks of Performance - Motorsport's Game Changers”), promette ancora più del solito: i protagonisti della “hill climb” saranno bolidi estremi, mostri della velocità talmente potenti che hanno reso nessario cambiare le regole delle competizioni cui hanno preso parte in passato. Dalle auto da Gran Premio anni Trenta a quelle a effetto suolo, come la Lancia LC 2 del 1983, passando per le belve da rally gruppo B e le macchine con motore turbo compresso. Alcuni esempi? La Deelage 15 S8, la Mercedes-Benz W125, la Honda RC166 50cc, la Lancia Delta S4, la MG Metro 8R4, la Ferrari 300 P4, la Penske PC23 e la Zakspeed Capri. Tutti esemplari che hanno lasciato un segno indelebile nella storia delle gare automobilistiche del pianeta.

Fra la miriade di top driver e stelle del motorismo internazionale che saranno presenti, spiccano l'attuale campione mondiale di Formula 1 Nico Rosberg, su Mercedes F1 W05 Hybrid, e i campioni Sir Jackie Stewart, Emerson Fittipaldi, Damon Hill, Alan Jones e Mika Häkkinen. Per la prima volta sarà al Festival anche l'ex driver di Formula 1 Robert Kubica.

Con la sua IGM-Ford affronterà la gara di velocità in salita, fra gli altri, il progettista Brabham e McLaren Gordon Murray, mentre Tom Kristensen, il campione della 24 ore di Le Mans con il maggior numero di vittorie, sarà alla guida della sua Audi R8 2000. E, naturalmente, non mancheranno Nick Mason, il batterista dei Pink Floyd - affezionato habitué del FoS - e la sua spettacolare Ferrari 250 GTO.

Altri vip? Mr. Bean, oh yes, ovvero l'attore british Rowan Atkinson: non correrà ma farà parte della giuria di Cartier. Dove? Al Cartier “Style et Luxe”, il concorso d'eleganza che da vent'anni è ormai parte inscindibile del “Festival of Speed”. In parata si vedranno una cinquantina di oldtimer rare ed esotiche tra le più ricercate.

Fra le anteguerra saranno comprese anche alcune Stanley, esemplari della famosa marca di automobili a vapore fondata negli Stati Uniti 120 anni fa. Ma gli anniversari non sono finiti, ne verranno celebrati ancora due, entrambi italiani: un'esposizione di Gran Turismo Maserati ricorderà il 60° anno della leggendaria 3500 GT e uno spazio verrà dedicato anche alla Fiat 500, apparsa per la prima volta nel 1957.

E può, il “Festival della Velocità”, dimenticarsi di festeggiare i settant'anni del Cavallino Rampante? Ovviamente la risposta è no, e Lord March, patron della manifestazione, per primo sarà alla guida di una Ferrari. Poi, la rassegna di capolavori made in Maranello che sorprenderà i 210mila visitatori attesi quest'anno sarà assolutamente in pompa magna, con 25 monoposto iconiche e tante stradali. Un'altra mostra importante, con auto e moto storiche, vedrà protagonista il circuito di Brooklands, il primo costruito per gare automobilistiche al mondo, di cui ricorrono 110 anni dall'apertura.

Giovedì 29, intanto, a Goodwood è previsto il consueto Moving Motor Show, così chiamato perché le case automobilistiche presenti consentono di provare i loro ultimi modelli ai potenziali acquirenti.

Per informazioni: www.goodwood.com

Laura Ferriccioli

Condividi
COMMENTI