Regolarità
27 maggio 2019 | di Himara Bottini

Gran Premio Nuvolari, le novità della 29ᵃ edizione

Con la fine di maggio i riflettori si allontanano dalla Mille Miglia e cominciano a far luce sull’altro appuntamento imperdibile per gli appassionati di auto storiche in movimento: il Gran Premio Nuvolari.

Il Gran Premio Nuvolari, gara di regolarità per auto storiche valevole come secondo appuntamento del Campionato Italiano Grandi Eventi, è ormai a un passo dallo spegnere le sue prime trenta candeline.

- 1 ai 30. Un traguardo importante e significativo per la Scuderia Mantova Corse, che ogni anno accoglie sulla passerella in Piazza Sordello a Mantova oltre trecento equipaggi iscritti (ben 312 l’anno scorso, un record).

Cambio di percorso. Per stupire, ancora una volta, i tantissimi e affezionati equipaggi (soprattutto stranieri) che ogni anno tornano a Mantova solo per prendere parte al Gran Premio Nuvolari, quest’anno il percorso subirà delle considerevoli modifiche. Una volta partita alle 11.00 della mattinata di venerdì 20 settembre, la carovana punterà in direzione del Lago di Garda e sul Monte Baldo attraverso la Pianura Padana fino a Bologna, dove calerà il sipario sulla prima giornata di gara. La seconda tappa porterà come sempre alle città d’arte della Toscana, su tutte Siena e Arezzo, ma quest’anno, in aggiunta, prima di arrivare a Rimini gli equipaggi dovranno affrontare i passi appenninici della Raticosa e della Futa.

1000 km di passione. Dal mar Adriatico attraverso le città dell’Emilia Romagna, la terza tappa si concluderà come da tradizione a Mantova, la città che diede i natali al grande Tazio Nuvolari. Un percorso tutt’altro che semplice di circa 1000 km, le tante prove di regolarità da affrontare e la tappa di sabato, sicuramente la più dura, che di solito impegna gli equipaggi per circa 12 ore di guida, rendono il Gran Premio Nuvolari una gara vera e talmente sentita che la gioia di classificarsi centotrentesimo è la stessa di chi sale sul podio per ritirare la coppa del trentesimo posto.

Le iscrizioni sono già aperte. Per partecipare si deve possedere una vettura che sia stata costruita tra il 1919 e il 1972 e che sia munita di passaporto F.I.V.A., o fiche F.I.A. Heritage, o omologazione A.S.I., o fiche ACI Sport /C.S.A.I., o appartenenti a un Registro Storico di Marca. Una volta superate le verifiche sportive e tecniche che si svolgono a Mantova giovedì 19 settembre dalle ore 14.00 alle 18.00 e venerdì 20 settembre dalle 8.00 alle 10.00, si può prendere ufficialmente parte al Gran Premio Nuvolari 2019.

Condividi
COMMENTI