Velocità in circuito
07 giugno 2018 | di Moreno Filoscia

Grand Prix de l’Age d’Or: attese circa 300 vetture

In programma questo weekend, dall’8 al 10 di giugno sul circuito di Digione (FR), la 54ª edizione del Grand Prix de l’Age d’Or.

Il tradizionale appuntamento in pista per vetture da competizione storiche, che negli ultimi anni ha assunto grande rilevanza internazionale grazie anche alla gestione affidata a uno specialista di questo tipo di eventi, Peter Auto. La manifestazione si svolge nel cuore della Borgogna, in un contesto paesaggistico d'incomparabile suggestione, ma che rimane nel ricordo degli appassionati (non solo Ferrari) soprattutto perché il circuito ha ospitato il più bel duello della storia della Formula 1: quello tra Gilles Villeneuve e René Arnoux, durante il Gran Premio di Francia del 1979, una pagina indelebile e mai più eguagliata dell'automobilismo sportivo.

La struttura, oggi ampiamente rinnovata e il tracciato sono lontani dalle dimensioni di quelli di Spa o Barcellona, ma offrono un campo di gara estremanente ricco di saliscendi dato che la pista si limita semplicemente a seguire la conformazione del terreno, come si usava fare un tempo sui tracciati più vecchi.

L'edizione dello scorso anno ha richiamato ben 15.000 spettatori, ma da oggi - complice anche la giornata splendida - se ne attendono molti di più. Sono attese in pista circa 300 vetture, suddivise tra la seguenti griglie:

Classic Endurance Racing 1
Classic Endurance Racing 2
Euro F2 Classic
Heritage Touring Cup
Sixties’ Endurance
The Greatest’s Trophy
0L Cup (new Single-make Porsche 911)
Guest grid : Legend trophy

Sarà invece assente il Group C Racing, impegnato nella preparazione di Le Mans Classic, che dal 6 all'8 luglio dovrebbe coinvolgere oltre 40 vetture. Tornerà, invece, come a Spa Classic, il gruppo delle Global Endurance Legends, che si cimenterà in tre dimostrazioni.

Tra gli assi che hanno assicurato la propria presenza, ci saranno due grandissimi: nientemeno che René Arnoux e il due volte vincitore assoluto a Le Mans, Gérand Larrousse, che aggiungeranno ulteriore adrenalina alle macchine attese in pista. Non mancheranno naturalmente i club di marca, sempre molto numerposi a Digione. Sabato pomeriggio lo show si trasferarià nei cieli, con le evoluzioni di aerei militari d’epoca, come talvolta accade in altri importanti eventi europei (leggasi per esempio, il Goodwood Festival of Speed).

foto di Moreno Filoscia

Condividi
COMMENTI